Autore:
La Redazione

ROSSO DUCATI Dopo i primi due turni di prove libere, le Ducati ufficiali di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo confermano l’ottimo stato di forma sul tracciato di Misano Adriatico, piazzandosi rispettivamente in prima e seconda posizioni della classifica combinata di oggi. Il pilota forlivese è stato il più veloce in entrambe le sessioni di giornata, concluse con il tempo di 1.32.198, davanti a Crutchlow in FP1 ed Jorge Lorenzo in FP2. Per lo spagnolo, invece, passo in avanti tra la mattina e il pomeriggio, autore della seconda posizione del Venerdì a 160 millesimi dal best lap di giornata e con un buon passo gara che vale anche per Dovizioso.

MISSIONE COMPIUTA Dopo un primo turno di prove libere concluso in quindicesima posizione, Valentino Rossi riesce a centrare la top ten di giornata, conclusa con l’ottava posizione della combinata di oggi a 588 millesimi da Dovizioso. Per l’italiano la strada sembrava già in salita, alle prese con problemi tecnici durante le FP1 e con il rischio pioggia durante le FP2 che ha fatto rischiare alla Yamaha numero 46 la rincorsa alla Q2 nelle FP3 di domani. Inizio positivo anche per Maverick Vinales autore del quarto milgior crono di oggi a 213 millesimi di ritardo da miglior risultato del Venerdì. Lo spagnolo, dopo i test fatti qui a Misano, sembra aver trovato la strada per tornare competitivo, al netto dei problemi di natura elettronica lamentati da entrambi gli alfieri di Iwata. Per le qualifiche di domani e la gara di domenica, comunque, le previsioni meteo parlano di condizioni asciutte.

PRIMA HONDA Cal Crutchlow chiude i primi due turni di prove libere con il terzo miglior crono a soli 27 millesimi da Jorge Lorenzo e 187 dalla Ducati numero quattro. A Misano, quindi, è sua la prima delle Honda in classifica in entrambe le sessioni di oggi. Quinto tempo, invece, per Marc Marquez, che, come sempre ha lavorato più in ottica gara che cercando la prestazione sul giro lanciato. Il numero 93 ha comunque chiuso  il Venerdì con 339 millesimi di ritardo dalla Ducati di Dovizioso e per la gara di domenica Marquez resta uno dei favoriti. Ancora un risultato sotto le aspettative, invece, per Dani Pedrosa, che non riesce ad entrare nella top ten provvisoria, tornando al box con la dodicesima posizione ad 801 millesimi dal miglior crono di giornata.

CASA SUZUKI Alex Rins chiude in settima posizione i primi due turni di libere, piazzando al sua Suzuki davanti per soli undici millesimi alla Yamaha di Rossi e dimostrando un buon livello di competitività qui a Misano. Per lo spagnolo questo risultato suona come un possibile cambio di marcia rispetto agli ultimi GP disputati.

ARIA DI CASA Danilo Petrucci, in sella alla terza Ducati GP18, ha concluso il Venerdì di Misano con il sesto miglior tempo a 524 millesimi  da Dovizioso, senza però essere stato qui nei test di tre settimane fa. L’italiano, che l’anno scorso aveva fatto proprio qui la sua miglior gara dell’anno chiusa in seconda posizione sotto la pioggia dopo ben 21 giri al comando, è sicuramente uno dei piloti che Domenica in gara potrebbero poter dire la loro. Tappa di casa, poi, anche per Andrea Iannone, che torna ai box centrando la top ten provvisoria autore del nono miglior crono della combinata di oggi, davanti per soli 57 millesimi alla Honda di un ottimo Franco Morbidelli, decimo in sella alla Honda numero 21.

ULTIMA CHANCE Oltre a Pedrosa, anche Johann Zarcò non riesce ad entrare nella top ten, autore dell’undicesimo tempo e fuori dai dieci per soli cinque millesimi. Tredicesima posizione, invece, per Michele Pirro, presente qui come wild card in sella alla Ducati e costretto anche lui all’attacco per la Q2 nelle FP3 di domani mattina. 


TAGS: motogp misano 2018 motogp san marino 2018 fp1 misano 2018 fp2 misano 2018 classifica venerdi' misano 2018