Autore:
Simone Valtieri

SEMPRE MARQUEZ La prima giornata per la classe MotoGP nel weekend del Gran Premio di Germania si è chiusa con la sensazione che domenica Marc Marquez possa serenamente andare a caccia della decima affermazione nelle ultime dieci uscite al Sachsenring. Sulla pista "sinistrorza" che tanto piace allo spagnolo, la Honda numero 93 ha chiuso in seconda piazza le FP1 della mattina per poi svettare nelle FP2 del pomeriggio. A mettersi tra lui e la decima potrebbero essere Fabio Quartararo e Alex Rins, entrambi con un distacco accettabile di circa 3 decimi nelle libere pomeridiane. Un po' attardati ma comunque nella top 10 provvisoria gli italiani Petrucci, Dovizioso e Rossi. Diamo un'occhiata alle loro sensazioni al termine della giornata.

MARC MARQUEZ, HONDA "Oggi abbiamo provato a prepararci bene per il sabato, testando diverse combinazioni di gomme. Sono stato veloce con entambi i telai, ma ognuno di essi ha punti positivi e negativi. Al momento guidiamo con troppa inclinazione, è la moto che lo richiede e non ho scelta se voglio essere veloce, ma dobbiamo risolvere questo problema perché non è il mio stile di guida. Quartararo? Sta girando molto velocemente e se si guarda ai tempi anche Vinales è vicino, Quartararo mostra il vero valore della Yamaha."

ALEX RINS, SUZUKI "Sono contento della mia performance odierna, la moto ha dato buone sensazioni sin dalle FP1. Quando ho provato a cambiare gomme ho provato il miglior feeling con le gomme più dure, e questo mi ha sorpreso un po'. Nelle FP2 ho tenuto un ritmo alto e sono riuscito a essere vicino al vertice. Domani darò tutto per cercare di conquistare una buona posizione in griglia, idealmente nella prima fila."

FABIO QUARTARARO, YAMAHA "Oggi non abbiamo gestito al meglio il tempo sulle soft, negli ultimi cinque minuti mi sono arrabbiato molto, avrei dovuto essere più rilassato. Non ce l'ho con nessuno in particolare, ho trovato tanti piloti in traiettoria e mi sono incazzato un po' troppo in moto, quando vuoi fare il tuo giro e non riesci per quattro volte di fila... comunque Sappiamo che il Sachsenring è la pista di Marc, ma come primo giorno in MotoGP qui è andato bene, ora guarderò i dati e cercherò di capire dove migliorare, trovare un paio di decimi sul passo gara sarebbe l'ideale. Qui non ci sono lunghi rettilinei e per questo motivo la pista calza parecchio alla nostra moto, ma c'è ancora tanto lavoro da fare, con la moto ho un buon feeling ma qui bisogna stare attenti alla gomma posteriore, perché si consuma molto girando la pista tutta verso sinistra."

DANILO PETRUCCI, DUCATI "È stata una giornata un po’ più complicata di quanto ci aspettassimo perché, pur sapendo che il Sachsenring non è la pista più adatta alle caratteristiche della nostra moto, in passato qui siamo sempre stati abbastanza competitivi. Oggi invece abbiamo faticato un po’: oltre che la velocità sul giro singolo, dobbiamo innanzitutto migliorare la nostra costanza a livello di passo e gestire più efficacemente la gomma posteriore, perché quando cerchiamo di preservarla non siamo abbastanza veloci e la gara qui è molto lunga. Ci resta del lavoro da fare per trovare un miglior bilanciamento ed ora analizzeremo bene i dati per farlo; penso che il nostro potenziale sia più alto di quanto mostrato fin qui."

ANDREA DOVIZIOSO, DUCATI "Siamo riusciti a migliorare progressivamente le nostre prestazioni ma al momento non abbiamo ancora raggiunto il livello di competitività desiderato. In particolare continuiamo a faticare con la velocità a centro curva, ma non sono preoccupato perché è soltanto venerdì ed abbiamo ancora tempo per lavorare sulla moto. Non sono riuscito a fare un giro lanciato ‘pulito’, anche perché sto ancora faticando un po’ per un problema dovuto ad una piccola contusione alla schiena e sul finale ho preferito non forzare troppo e preservarmi per il resto del weekend. Sicuramente saremo più veloci domattina, ma lo saranno anche i nostri rivali. Dobbiamo semplicemente restare concentrati e continuare a lavorare, sulla costanza prima ancora che sulla velocità pura, perché la gara ha 30 giri."

VALENTINO ROSSI, YAMAHA "Oggi non è andata malissimo, la mia sensazione in sella e il mio passo sono stati piuttosto buoni sin da subito anche con le gomme da gara, quindi penso di essere piuttosto competitivo. Sfortunatamente alla fine con le gomme soft non sono riuscito a fare un giro pulito e non sono migliorato molto. Domani mi aspetto di fare meglio, ora sono appena decimo ma il passo è buono e questa è la cosa più impotante."


TAGS: rossi dovizioso motogp 2019 Sachsenring Rins Petrucci Quartararo GP Germania 2019 GermanMotoGP 2019 GermanGP MotoGP Germania 2019 Marqueez