I test di Losail-2 per i piloti italiani: Rossi, Morbidelli, Bagnaia
MotoGP 2021

Rossi in crescita, Morbidelli e Bagnaia on fire! I test degli italiani


Avatar di Simone Valtieri , il 13/03/21

8 mesi fa - I commenti sui test di Losail-2 dei sette italiani della MotoGP 2021

I commenti sui test di Losail-2 dei sette italiani della MotoGP: Rossi, Morbidelli, Bagnaia, Petrucci, Savadori, Bastianini e Marini

FRECCE TRICOLORI Si sono conclusi i test del Qatar. Dopo sei giorni in pista (Uno di shakedown più cinque di test ufficiali) abbiamo i primi verdetti in vista dell'inizio di stagione, che avrà luogo sempre a Losail, nel weekend del 28 marzo prossimo. Franco Morbidelli e Francesco Bagnaia sembrano già in formissima, Valentino Rossi, dopo un avvio difficile, sembra aver trovato il bandolo della matassa, mentre Lorenzo Savadori e Danilo Petrucci sono stati un po' più in difficoltà, il primo per un infortunio alla spalla. Tra i rookie subito a suo agio Enea Bastianini con la Ducati, mentre qualche difficoltà in più di adattamento ha mostrato Luca Marini.

Le parole dei protagonisti

Franco Morbidelli

''Penso che questi test siano stati davvero positivi per noi. Abbiamo potuto provare molte cose e siamo stati piuttosto veloci. Sono contento del lavoro svolto e mi sento pronto per il primo weekend di gara. Peccato solo non aver potuto girare nell'ultimo giorno. Ovviamente ci sono aspetti in cui possiamo migliorare, ma credo che siamo in una buona posizione. Difficile dire cosa succederà nelle FP1 del Qatar, perché questa pista può diventare piuttosto ventosa e polverosa nel giro di poco tempo, come abbiamo visto. Abbiamo provato molte impostazioni sulla moto per essere pronti a reagire in base a come cambia il tracciato, l'obiettivo sarà ovviamente quello di lottare per le prime posizioni, ma bisognerà vedere anche il livello degli altri''.

Franco Morbidelli (Yamaha) Franco Morbidelli (Yamaha)

Valentino Rossi

''Peccato aver perso l'ultimo giorno di test, avevamo ancora delle valutazioni in sospeso da fare. Fortunatamente le previsioni lo prevedevano, quindi siamo riusciti a fare cose importanti nei giorni precedenti. Dopo quattro giorni di test posso dire di aver trovato un buon equilibrio in sella, e giovedì andavo anche piuttosto forte. Ci sono molti piloti su moto diverse che vanno benissimo, ma siamo sicuramente nel gruppo con loro e il nostro ritmo gara sembra essere buono. Siamo migliorati giorno dopo giorno e all'interno del teaem c'è un'atmosfera davvero buona, mi sento pronto per l'inizio della stagione''.

Le prima giornata di Valentino Rossi in sella alla Yamaha M1 del team Petronas Le prima giornata di Valentino Rossi in sella alla Yamaha M1 del team Petronas

VEDI ANCHE



Francesco Bagnaia

''Sono convinto che in questi giorni siamo riusciti a fare un ottimo lavoro. Fin dall’inizio ho avuto un buon feeling con la moto e sento di essere pronto per affrontare il nostro primo Gran Premio della stagione. Purtroppo il caldo e il forte vento di oggi, uniti alla sabbia presente sul tracciato, non ci hanno permesso di scendere in pista, ma fortunatamente avevamo terminato il nostro programma di lavoro già nella giornata di ieri. Non ci resta che concentrarci sul fine settimana di gara. Nella simulazione di ieri ho avuto un buon ritmo e sento di poter ancora migliorare il mio “time attack”: sarà importante riuscirci, per ottenere la partenza dalle prime due file dello schieramento per la gara''.

Francesco Bagnaia (Ducati) Francesco Bagnaia (Ducati)

Danilo Petrucci

''In questi giorni abbiamo passato un bel po' di tempo a testare le nuove parti, ma non siamo sicuri se funzioneranno o meno. Sfortunatamente il maltempo c'ha messo lo zampino, peccato perché dobbiamo ancora lavorare sull'assetto, è ciò di cui ho bisogno più urgentemente. Sono sempre stato piuttosto competitivo qui negli ultimi anni, la pista mi piace, ma la KTM su questa pista ha qualche problema, non dovrebbe essere una scusa, ma raggiungiamo i nostri limiti e giriamo in tondo. L'erogazione di potenza è ottima, ma ci mancano le prestazioni. Peso un po' più degli altri, quindi sono uno dei più lenti in rettilineo, se vogliamo essere veloci dobbiamo ottimizzare il comportamento in curva''.

Danilo Petrucci (KTM) Danilo Petrucci (KTM)

Lorenzo Savadori

''La moto va bene, ma il problema è la mia spalla. Sono riuscito a guidare di giorno, ma quando la sera diventa più freddo per me è quasi impossibile guidare. Sto facendo fisioterapia ma dovrei rimanere un po' fermo per migliorare. Girando così tanto la situazione va sempre peggio, cercherò di riposare in questi giorni e spero di essere al 100% per il primo GP. Abbiamo comunque fatto passi avanti, migliorando la posizione in sella, e la moto ha un'erogazione dolce e una frenata molto buona. Siamo migliorati in molte aree rispetto allo scorso anno''.

Lorenzo Savadori (Aprilia) Lorenzo Savadori (Aprilia)

Enea Bastianini

''Sono stati sei giorni molto positivi, è stato bello salire in sella a una MotoGP. All'inizio la cosa più difficile è stata fare tanti giri perché mi stancavo, ma quando ho trovato il modo giusto di guidarla, sono riuscito a essere veloce ed è venuto fuori un buon ritmo. Non sono riuscito a provare un vero time attack, avrei dovuto farlo nell'ultimo giorno ma non è stato possibile, in ogni caso mi trovo bene, sia con il team che con la moto. La potenza della Ducati mi ha sorpreso, soprattutto in confronto alle altre modo. Devo ancora trovare il modo giusto di guidarla, sono un rookie e devo capire tanto, spero di farlo nel minor tempo possibile. Faccio ancora errori banali che derivano dalle abitudin della Moto2''.

Enea Bastianini (Ducati) Enea Bastianini (Ducati)

Luca Marini

''Ho approfittato dell'ultimo giorno in cui non abbiamo potuto girare per ricontrollare la simulazione di gara e il comportamento delle gomme. Ho potuto imparare parecchio e con il team abbiamo preparato il piano d'azione per il GP, perché dobbiamo ancora migliorare qualcosa sull'inserimento dell'anteriore. La Ducati è una moto particolare, ognuno dei piloti la guida diversamente. I più interessanti da osservare sono ovviamente Bagnaia, Miller e Zarco. Jack usa la moto davvero in modo strano, non è facile copiarlo, riesce a farla girare come se fosse una Yamaha. Credo di avere uno stile un po' più simile a quello di Pecco. Non mi son posto obiettivi per il primo GP, proverò qualcosa anche nel venerdì di libere. Durante questi test ho lavorato molto bene, avrei voluto avere più tempo per provare un time attack, ma va bene così''.

Luca Marini (Ducati) Luca Marini (Ducati)


Pubblicato da Simone Valtieri, 13/03/2021
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox