RED BULL RING – SPIELBERG, AUSTRIA
10-12 Agosto 2018 Lunghezza circuito: 4.3 km

 

Giro più veloce: 1’23.142, 186.9 km/h, Andrea Iannone (2016)

La calura estiva non impensierisce la carovana del Motomondiale 2018, che poco prima di ferragosto fa tappa sul Red Bull Ring austriaco sul quale si tiene il GP d'Austria, 11esimo round della stagione. Nato da quello che fu un primordiale abbozzo di circuito sull'aerodromo militare di Zeltweg, questo tracciato è stato costruito all'inizio degli anni '70, e con il nome di Österreichring ha ospitato inizialmente la Formula 1 e le gare di durata. Sul finire degli anni '80 e fino a metà del decennio successivo è stato il turno del neonato Campionato Superbike, ma i primi lavori di ammodernamento erano già all'orizzonte.

Tornato nel calendario di F1 sotto il nome di A1-Ring, ha poi proseguito l'attività fino a metà degli anni 2000, accogliendo tra l'altro il Motomondiale per il biennio 1996-1997. In seguito, tuttavia, è stato chiuso un'altra volta con lo scopo di portarlo definitivamente agli standard di sicurezza attuali attraverso l'acquisto da parte della Red Bull austriaca. La sua riapertura definitiva è avvenuta di conseguenza nel 2011 ed il circuito, che ha mantenuto la fisionomia del vecchio Österreichring, è tornato ad ospitare la massima serie automobilistica a partire dal 2014.

Nel 2016, infine, ha avuto il via libera per essere inserito nel calendario del Motomondiale: con una lunghezza di 4,318 km e con dieci curve in totale (tre a sinistra e sette a destra), nel 2017 è diventato il teatro dell'eterna sfida tra Dovizioso e Marquez, con il primo capace di beffare il secondo e il suo compagno di squadra Daniel Pedrosa.


TAGS: motogp 2018 motomondiale 2018 motogp red bull ring 2018 motogp austria 2018