Logo MotorBox
MotoGP 2024

MotoGP Catalunya 2024, il riscatto di Bagnaia! Trionfa su Martin e Marquez


Avatar di Simone Valtieri , il 26/05/24

1 mese fa - Bagnaia emerge nel finale e batte Martin proprio nella curva 5 fatale ieri

MotoGP Catalunya 2024, la cronaca del Gran Premio di Barcellona
Con una gara accorta Bagnaia emerge nel finale e supera Martin proprio in quella curva 5 fatale ieri nella sprint. Sul podio anche Marquez, 5° Diggia, cade Acosta
Benvenuto nello Speciale MOTOGP CATALUNYA 2024, composto da 4 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MOTOGP CATALUNYA 2024 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

A Barcellona va in scena il riscatto di Francesco Bagnaia, al terzo successo dell'anno, forse il più denso di significati. Ieri, all'ultimo giro della sprint del Gran Premio di Catalunya, si era steso in curva 5. Oggi, in quella curva, arriva il sorpasso decisivo su Jorge Martin, secondo e impossibilitato a fare meglio da un Pecco in versione deluxe. Non è stato della partita fino alla fine Pedro Acosta, che nella prima fase di gara seguiva il leader Martin prima di stendersi e ripartire per fare solo 14°, e così sul podio sale anche Marc Marquez, che rimonta 11 posizione e trafigge a pochi giri dal termine Aleix Espargaro. Tre Ducati sul podio e un'Aprilia ai piedi. Il trionfo italiano continua con il quinto posto meritatissimo di Fabio Di Giannantonio, che con una gara paziente emerge nella seconda parte e si prende la top 5 passando Raul Fernandez (6°) e Alex Marquez (7°) negli ultimi giri. Deludente Brad Binder, ottavo, mentre Enea Bastianini prende una valanga di penalità che non sconta, e il suo nono posto diventa 18° con i 30'' presi a fine gara. Dietro di lui, nell'ordine, transitano sul traguardo Fabio Quartararo (Yamaha), Miguel Oliveira (Aprilia), Marco Bezzecchi (Ducati), Maverick Vinales (Aprilia), il già citato Acosta e la Honda di Takaaki Nakagami, migliore del quintetto di casa Tokyo. Ultimo Alex Rins con la Yamaha, mentre salutano anzitempo la contesa Miller, Morbidelli e Augusto Fernandez. Con questo risultato Bagnaia mette una pezza alla brutta figura di ieri e torna in seconda posizione in classifica, sfatando anche il tabù del tracciato catalano, dove non era mai stato in top 5 e dove lo scorso anno era caduto facendosi male e aprendo la strada per la rimonta di Martin.

LA GARA Al via scatta di nuovo bene, come ieri, Bagnaia, che prende la testa della corsa davanti ad Acosta e a Binder con Martin stavolta bravo a cogliere subito la quarta posizione. Scivola in quinta piazza il poleman Espargaro, con Raul Fernandez alle sue spalle. Questi sei, con Martin che sale presto in terza piazza, formano un sestetto che allunga un po' nei primi giri con Morbidelli, Marquez e Bastianini che restano nel secondo troncone e devono provare la rimonta. Al quinto giro Martin rompe li indugi, passa Acosta e si lancia su Bagnaia, passandolo nel settore centrale. Al giro successivo è Acosta a prendere la posizione a Bagnaia che non risponde e lascia andare i due spagnoli. Fa caldo, e la seconda parte di gara potrebbe chiedere il conto a chi forza troppo in questa, per cui l'italiano si mette a seguire a distanza di sicurezza per non scaldare l'anteriore, riuscendo comunque a staccare Binder ed Espargaro. All'11° giro Acosta, dopo aver pressato incessantemente Martin, scivola e finisce nella ghiaia, poi si rialza ma la sua gara è buttata. Bagnaia torna in seconda posizione, staccato di un secondino da Martin, poi dietro di lui Espargaro e Raul Fernandez passano Binder, con Marquez e Morbidelli che si avvicinano alla KTM e la fagocitano in poche curve. La sfida per la vittoria sembra una cosa a due, ma manca ancora metà gara. Bagnaia comincia a rosicchiare decimi su Martin: un secondo, nove decimi, sette decimi, mezzo secondo, con un po' di elastico il divario si accorcia e il ricongiungimento avviene a 7 giri dal termine. Dietro, intanti, Bastianini litiga con staccate e long lap penalty (ne prende due, il primo immeritato, il secondo per non aver scontato per tempo  ilprimo), e scivola oltre la top ten. Sei giri alla fine, Bagnaia punta Martin e lo supera in curva 5, prendendo subito un piccolo gap sul rivale spagnolo. Alle loro spalle Marquez si è nel frattempo liberato di Raul Fernandez e si mette a lottare per il podio con Aleix Espargaro. Il sorpasso avviene a 4 giri dal termine, mentre davanti a lui servono 8 secondi per raggiungere i due duellanti per il successo. Bagnaia inizia gli ultimi 3 giri con 8 decimi di margine su Martin, che si stacca ma non molla. Il divario sale a 9 decimi quando ne mancano due, mentre nelle retrovie Di Giannantonio si prende la sesta posizione su Alex Marquez, ribadendo la sua ottima costanza. Davanti, però, si va veloce. Comincia l'ultimo giro e Bagnaia ha 1''5 di margine su Martin, deve solo restare in piedi per vincere, e a differenza di ieri, lo fa! Trionfa Bagnaia su Martin, poi Marc Marquez, che ha dovuto sudare per rintuzzare gli assalti di Aleix Espargaro. Quinto Di Giannantonio, che nel giro finale passa anche Raul Fernandez! Alex Marquez, Binder, Bastianini e Quartararo completano la top ten, ma Bastianini non ha completato nessuna penalità e verrà gravato di 30'' a fine gara. 12° Bezzecchi, 13° Vinales, 14° Acosta, che ha recuperato dopo la caduta.

VEDI ANCHE



Risultati Gran Premio MotoGP Catalunya 2024


Pubblicato da Simone Valtieri, 26/05/2024
Tags
Gallery
MotoGP Catalunya 2024