Autore:
Giorgio Sala
Pubblicato il 11/03/2020 ore 12:33

FALCO PELLEGRINO Alzi la mano chi, almeno una volta, è rimasto incantato e affascinato dalla Suzuki Hayabusa, la maxi carenata giapponese che già nel lontano 1999 vantava una velocità massima di oltre 310 km/h, una carenatura disegnata nella galleria del vento e soluzioni tecnologiche all'avanguardia: basti pensare che la centralina originale disponeva di sei mappature, una per ciascuna marcia disponibile. In questi 20 anni di carriera la Hayabusa - il cui nome si rifà al falco pellegrino - è diventata la base di partenza perfetta per chi bramava una moto per le drag race o per tentare un record di velocità. Rientra perfettamente nella seconda categoria la moto dei coniugi Ellis che, adesso, è in vendita.

In azione con la Suzuki Hayabusa Turbo da record di velocità

53 EURO AL CV Nel 2014 Becci Ellis diventò la donna più veloce del mondo a bordo di una moto, spuntando una velocità massima di 264 miglia orarie (425 km/h) e un record ancora da lei detenuto. Un primato stabilito proprio a bordo di una Suzuki Hayabusa che adesso è in vendita a un prezzo di 30.000 sterline, circa 35.000 euro. Un vero affare, visto che la moto è in grado di sprigionare una potenza tra i 650 e i 700 CV grazie a una preparazione ad hoc del sig. Mick Ellis, nonchè marito di Becci: l'Hayabusa dispone di una turbina Garrett GT35, pistoni forgiati, bielle Carrillo, iniettori da 1000 cc e una pompa benzina Bosch 044. Per fare un paragone automobilistico: è la stessa potenza sprigionata dal 4.0 litri V8 biturbo di una Lamborghini Urus. Anche la ciclistica è stata rivista, ma non stravolta: la forcella originale è stata sfilata, il forcellone allungato di 10 cm mentre i freni anteriori sono stati aggiornati con dischi, pinze e pastiglie più performanti; infine, la moto presenta una carena uguale a quella di serie, ma con l'eliminazione di luci e frecce. Questo ''bombardone'', purtroppo, è andato quasi distrutto nel 2015 quando Becci fu protagonista di un bruttissimo incidente a 400 km/h, mentre provava a battere il proprio record personale. Fortunatamente la recordgirl inglese, dopo aver riportato delle emorragie interne, costole fratturate e una caviglia rotta, ha recuperato al 100% la sua condizione fisica. Insomma, con un rapporto di circa 53 euro per CV, siamo di fronte a un vero missile che costa meno di una Ducati Panigale V4 R. Tuttavia, fossi in voi storcerei il naso se, in futuro, trovaste l'annuncio di vendita di questa Suzuki Hayabusa Turbo con scritto ''mai pista, no incidenti''. 


TAGS: turbo vendita suzuki hayabusa record di velocità su terra