Suzuki V-Strom 700: e se si chiamasse DR come le vecchie enduro '80
Novità moto

Suzuki V-Strom 700, ecco perché (forse) non si chiamerà così


Avatar di Danilo Chissalé , il 01/09/22

3 settimane fa - Tutti la chiamano V-Strom 700 ma vi spiego perché è sbagliato

Una cena, un ingegnere giapponese e il motivo per cui la nuova enduro 700 di Suzuki non dovrebbe chiamarsi V-Strom 700

Spagna, gennaio 2020, presentazione della Suzuki V-Strom 1050. Appena svelata mi è venuta in mente la mitica DR BIG, la proposta di Suzuki per rivaleggiare con Ténéré e Africa Twin nell’epoca d’oro dei rally dakariani. La Casa di Hamamatsu aveva la grande occasione di farsi “aiutare” nelle vendite sfruttando un nome iconico e un design piuttosto fedele all’originale, ma così non è stato, un errore secondo me. In questi giorni è apparsa una nuova Suzuki con ruota anteriore da 21 pollici e motore bicilindrico parallelo, l’erede della V-Strom 650 secondo tutti, sarà V-Strom 700 il nome? Forse sì, ma forse anche no e vi spiego il perché.

UNA CENA INTERESSANTE Dopo una giornata trascorsa in sella all’allora nuova V-Strom 1050, Suzuki organizzò per i giornalisti una cena a cui presero parte anche gli ingegneri che hanno curato lo sviluppo della moto. Tra le varie portate e qualche “kampai” – il nostro cin cin – ho preso il coraggio a due mani e ho dato voce al tarlo che mi girava in testa fin dal primo momento che ho visto le foto del nuovo modello. “Ma non era meglio chiamarla DR 1050?”. L’ingegnere si dimostrò molto “nipponico”, gentile ma fermo e senza mandarmi a raccogliere i topi (o a ciapà i ratt, come si dice a Milano) mi diede la risposta: “Il motore a V della V-Strom è un elemento distintivo e da lì deriva il nome. La DR era mono cilindrica e non sarebbe giusto utilizzare questo nome dato che il motore della 1050 è ancora a V”. Inappuntabile.

VEDI ANCHE



QUI CASCA L’ASINO E ora torniamo al nuovo prototipo avvistato sui tornanti dello Stelvio. Le foto non lasciano spazio all’immaginazione, il motore è bicilindrico e frontemarcia dunque come sarebbe giusto chiamare la nuova moto? Per comodità e familiarità con il modello che va a rimpiazzare anche noi abbiamo ceduto a V-Strom 700, ma se è vero ciò chi mi disse l’ingegnere a quel tavolo spagnolo allora non sarebbe giusto nemmeno questo.

TRADIZIONE O INNOVAZIONE? Suzuki è molto affezionata alle sue tradizioni ma basta guardare a pochi chilometri, in direzione Tokyo, per vedere come queste tradizioni possono essere messe in disparte per un bene più grande, quello delle vendite. Se ancora non lo aveste capito mi riferisco a Honda e al fatto che la nuova Africa Twin, proprio come potrebbe accadere con la Suzuki, ha mandato in pensione l’architettura a V del suo motore ma non il nome… Facendo un paragone in termini calcistici è qualcosa del tipo “i calciatori vanno, la squadra resta”. Non ci rimane che attendere ulteriori sviluppi a riguardo, così oltre al nome definitivo saremo in grado di fornirvi anche dati tecnici ufficiali e impressioni di guida. Le rivali, manco a dirlo, sono quelle storiche, per intenderci quelle che abbiamo messo a confronto nella nostra comparativa sull’Alta Via del Sale.


Pubblicato da Danilo Chissalè, 01/09/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox