Pubblicato il 11/12/20

PCX IBRIDO Le novità Honda del 2021 per il nostro paese sono state svelate, e alcune, come il Forza 750 o il rinnovato X-ADV, le abbiamo anche già provate per voi. Tra queste c’è anche il PCX 125, un piccolo e agile scooter cittadino che in terra natia è addirittura proposto in versione ibrida. Il nome non è dei più semplici, PCX e: HEV, che l’anno prossimo arriverà alla seconda generazione dopo il lancio nel 2018.

COSA CAMBIA Il ruota bassa della Casa di Tokyo porterà con sé sulla nuova versione un motore termico più performante, il monocilindrico eSP+ da 124 cc e 12,5 CV di potenza, accoppiato a un piccolo motore elettrico ausiliario da 1,9 CV e 4,3 Nm di coppia a 3.000 giri alimentato da una nuova batteria agli ioni di litio. Oltre alle novità estetiche, comuni al PCX 125 europeo, la variante ibrida potrà contare su due nuovi riding mode: D per la guida standard, S per aver maggior spunto nelle ripartenze al semaforo. Per riconoscerlo, oltre al nome in codice, si devono cercare i dettagli in azzurro metallizzato.

NON PER ORA La cosa curiosa è che del PCX ibrido in Europa non si ha traccia. Dato l’interesse del Vecchio Continente per la mobilità green – entro il 2030 si vuol ridurre del 50% le emissioni dei gas serra – il PCX e: HEV ci cascherebbe a fagiolo, ma la Casa dell’Ala Dorata ha altri piani. Alcuni brevetti depositati da Honda lasciano intendere che il colosso nipponico stia lavorando sulla mobilità sostenibile e non è da escludere che per l’Italia e gli altri paesi non possa arrivare direttamente una versione “100% elettrica” del PCX o magari di un altro scooter. Come vi abbiamo detto nella nostra guida all’acquisto, gli scooter elettrici sono un vero asso nella manica nelle città intasate e disseminate di ZTL, ecco perché lo scenario appena descritto è tutt’altro che improbabile. Per adesso il PCX con il nome strano rimane dov’è… e io che faccio i video non posso che ringraziare, avete presente quante volte mi sarei incartato?


TAGS: