Pubblicato il 09/04/20

DALLA RUSSIA CON FURORE Che la BMW R nineT sia un’ottima base di partenza per delle incredibili special non è cosa nuova, ma dalla Russia arriva una reinterpretazione senza precedenti. Dagli uomini di Zillers Custom Garage nasce una moto pronta per l’apocalisse, un vero mix tra passato e futuro. A partire dalla colorazione: il grigio satinato è abbinato alle stripes a contrasto che si ispirano alle BMW d’epoca. Futuristico invece è manubrio coperto da una sovrastruttura che, dal frontale, si raccorda con il serbatoio. Addio alla strumentazione classsica, sostituita da un display minimalista, mentre i blocchetti sul manubrio sono stati eliminati in favore di una serie di pulsanti sul serbatoio.

Il logo BMW della R nineT Special by Zillers Custom Garage

ALTI E BASSI Scenografici il loghi della Casa dell’Elica retroilluminati e incastonati sul lato, alla stessa altezza del fanale anteriore; quest’ultimo avvolto dalla carenatura che ricorda più un concept che una moto utilizzabile su stada. Le sospensioni pneumatiche permettono di variare l’altezza della moto: quando la R nineT è ferma ai box, l’assetto si abbassa donando un look aggressivo a questa special. Le carene lasciano spazio soltanto alle teste dei cilindri boxer, mentre le linee rotonde trovano la massima espressione nel codinorastremato, di ispirazione cafè racer. Completano il look i grandi cerchi multirazze in tinta con le sovrastrutture.

SOTTO SOTTO, RIMANE SEMPRE LEI Nessuna modifica è stata fatta al bicilindrico da 1.170 cc raffreddato ad aria, capace di 110 CV e 116 Nm. Lo scarico è stato modificato in favore di un terminale artigianale conico, che sbuca dalla parte inferiore della carenatura. Invariati rispetto alla R Nine T alcuni dettagli ciclistici come il telaio, il forcellone monobraccio e il doppio disco anteriore con pinze a 4 pistoncini ad attacco radiale.


TAGS: bmw special custom bmw r nine t