Autore:
Giorgio Sala
Pubblicato il 03/04/2020 ore 20:55

TANTO ATTESA Dopo quattro anni dalla presentazione del concept in occasione del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2016, BMW ha tolto i veli all’attesissima R 18. Una moto che catapulta la Casa dell’Elica nel segmento delle maxi cruiser attingendo a un passato glorioso, prima tra tutte la R 5. Il motore boxer più grande della storia già avevamo avuto modo di conoscerlo, e per la versione definitva della R 18 vengono confermate tutte le sue caratteristiche tecniche: 1.802 cc di cilindrata con cilindri contrapposti da 107,1 x 100 mm (alesaggio e corsa), un rapporto di compressione di 9,6:1, potenza massima pari a 91 CV a 4.750 giri/min e una coppia massima di 158 Nm disponibile già a 2.000 giri/min. il Big Boxer continua la lunga tradizione dei motori a cilindri contrapposti raffreddati ad aria.

MOTORE E CICLISTICA Il cuore pulsante della R 18 è incastonato in un telaio in acciaio con struttura a doppia culla e un forcellone posteriore, così da produrre l’effetto un telaio rigido. Anche l’occhio vuole la sua parte: il design riprende quello delle BMW di vecchia generazione, così come il forcellone si ispra a quello della R 5. La sospensione anteriore è telescopica con diametro da 49 mm, mentre al posteriore viene adottata una soluzione cantilever. A fermare la R 18 ci pensa una coppia di dischi da 300 mm con pinze radiali a 4 pistoncini, da 300 mm è anche il diametro del disco posteriore. La posizione da cruiser è caratterizzata da pedane poggiapiedi in posizione centrale e il manubrio protratto verso il busto del guidatore per offrire una guida rilassata.

LOOK Esteticamente, la R 18 non differisce molto dai concept e dalle foto spia che abbiamo visto in questi anni. A omaggiare le moto degl anni ’30 ci pensa il serbatoio a goccia, le sovrastrutture in metallo offerte nella più classica delle colorazioni: nero lucido. Nella versione First Edition la moto è arricchita da alcuni dettagli cromati e da finiture bianche poste sul serbatoio e sul parafango posteriore.

AIUTI ELETTRONICI Nonostante lo stile classico, la R 18 è al passo coi tempi se si parla di tecnologia. In questo “comparto” trovano spazio tre mappature del motore: Rain, Roll e Rock; mentre l’ASC è compreso nell’equipaggiamento standard. È possibile arricchire la cruiser BMW con il controllo di trazione MSR, la frenata assistita Hill Start Control e, soprattutto, la retromarcia assistita. Quest’ultima è decisamente una manna dal cielo visti i 345 kg della moto, tuttavia a un caro prezzo: 1.000 euro.

PREZZO E DISPONIBILITA' La nuova BMW R 18 arriverà nella seconda metà del 2020 nell’edizione First Edition a un prezzo di 22.990 euro, che comprende il Kit Cromo e Pinstriping (del valore compelssivo di 2.150 euro) senza sovrapprezzo. Si può arrichire la propria moto facendo scorpacciata nel catalogo BMW, mentre saranno attese anche altre versioni della nuova R 18 nel prossimo futuro.

BMW R 18 FIRST EDITION 2020: SCHEDA TECNICA

  • Motore: bicilindrico boxer, 4 tempi
  • Raffreddamento: aria/liquido
  • Cilindrata: 1.802 cc
  • Alesaggio x corsa: 107,1 x 100 mm
  • Potenza massima: 91 CV a 4.750 giri/min
  • Coppia massima: 158 Nm a 3.000 giri/min
  • Frizione: a disco singolo a secco, azionamento idraulico
  • Cambio: 6 marce
  • Rapporto finale: 3.091
  • Trasmissione: ad albero cardanico
  • Telaio: in acciaio con struttura a doppia culla
  • Sospensione anteriore: forcella telescopica Ø 49 mm
  • Sospensione posteriore: cantilever
  • Freno anteriore: a doppio disco Ø 300 mm, pinze ad attacco radiale
  • Freno posteriore: a disco singolo
  • Ruota anteriore: 120/70 “19
  • Ruota posteriore: 180/65 “16
  • Lunghezza: 2.440 mm
  • Passo: 1.731 mm
  • Larghezza: 964 mm
  • Altezza sella: 690 mm
  • Avancorsa: 1.500 mm
  • Angolo di sterzata: 57,3°
  • Capacità serbatoio: 16 litri
  • Peso a secco: 345 kg

 


TAGS: cruiser scheda tecnica novità 2020 bmw r 18