Autore:
Giorgio Sala
Pubblicato il 06/02/2020 ore 13:10

DESIDERIO COMUNE Le enduro stradali sono le protagoniste del mercato italiano, e la regina del segmento di questi ultimi anni è stata la BMW R 1250 GS che ha comandato la classifica del 2019 delle vendite moto. La maxi enduro bavarese è la capostipite di una famiglia tanto ampia quanto apprezzata in Italia: dalla piccola 310 GS fino alle ammiraglie 1250 GS, passando per la 750 e la 850. A dare vita a questa gloriosa stirpe fu la R80 che, con la sigla G/S (prima Gelände/Straße, adesso Gelände Sport), ha riscritto la storia del motociclismo. Dal 1980 ad oggi si sono susseguiti svariati modelli e altrettante versioni, ma quella per eccellenza è il bicilindrico boxer. Per chi acquista la R 1250 GS, il dubbio rimane lo stesso: quale versione scegliere? In questo articolo vi mostreremo tutto quello che bisogna sapere sulla capofamiglia delle “Gelande Sport”: le caratteristiche tecniche, i pregi, i difetti, gli optional e i prezzi dei modelli nuovi e usati.

BMW R 1250 GS HP: vista 3/4 anteriore

COME VA, PREGI E DIFETTI Negli ultimi anni la BMW GS di maggiore cilindrata si è consolidata come la Regina del mercato italiano ed europeo, arrivando al titolo di “maxi enduro per eccellenza”. Nonostante le migliaia di pagine di elogio ricevute dalla stampa specializzata, BMW non si è seduta sugli allori e dopo il 1.200 raffreddato a liquido, ha sfornato la massima espressione del bicilindrico boxer: 1.253 cc, fasatura variabile, 136 CV e una coppia massima di 143 Nm. La R 1250 GS si trova a suo agio ovunque: passi di montagna, autostrada, fuoristrada e anche in città. Il motore estremamente lineare e pronto ai bassi, abbinato all'inaspettata agilità in movimento, colpiscono anche nell’ambiente urbano. Tuttavia le grandi dimensioni e il peso taurino della tuttofare bavarese si fanno sentire nelle manovre da fermo. La Adventure è più adatta per i grandi trasferimenti, merito delle sospensioni con maggior escursione e un serbatoio da 30 litri anziché 20. Un neo di questa maxi enduro è il cambio, preciso ma un po’ contrastato nell’azionamento sia a scalare sia in salita. 

BMW R 1250 GS Adventure: la prova dei consumi

PREZZO La R 1250 GS parte da 18.150 euro, il prezzo sale a 18.300 euro per l’allestimento Exclusive che comprende un’elegante verniciatura nera con dettagli grigi e gialli; la Adventure invece parte da 19.950 euro. Comuni ai due modelli sono gli allestimenti Option 719 Spezial e HP, ciascuno a 2.650 euro: entrambi comprendono accessori meramente estetici come specchietti, pedane, leve e molto altro.

COLORI La BMW R 1250 GS prevede di serie la verniciatura Black Storm Metallic, quella metallizzata Cosmic Blue richiede un esborso di 100 euro. Sale a 450 euro la colorazione Exclusive (nera con dettagli gialli e grigi) con cerchi a razze, mentre la più gettonata HP (con colori M Motorsport) è compreso in un pacchetto stilistico da 700 euro che prevede anche cerchi a raggi color oro. La Adventure invece prevede la vernice Ice Grey di serie, mentre il pacchetto Exlusive prevede una colorazione marrone e grigia; identica invece quella blu-bianca-rossa dell'allestimento HP.

BMW R 1250 GS HP: dettaglio del serbatoio

OPTIONAL Di serie sono presenti il TFT con funzione Connectivity, fanaleria a LED, ASC (Automatic Stability Control), cavalletto centrale, due modalità di guida (Rain, Road), HSC (Hill Start Control); l’Adventure dispone inoltre dei supporti per le valigie laterali. Sono presenti tre pacchetti di optional, con contenuti differenti rispetto alle sorelle minori:

  • Comfort: cromatura scarico, manopole riscaldabili, RDC controllo pressione pneumatici – 590 euro
  • Dynamic: cambio elettroassistito Pro, indicatori di direzione bianchi, luce diurne a LED, mappature motore Pro – 1.200 euro
  • Touring: cruise control, dynamic ESA, fari supplementari a LED, keyless ride, predisposizione navigazione GPS, supporti valigie in alluminio – 2.200 euro

La lista degli optional è ricca e piena di prodotti adatti a qualsiasi esigenza. Tra quelli più importanti segnaliamo:

  • Antifurto – 250 euro
  • Cruise control – 360 euro
  • Dynamic ESA – 850 euro
  • Keyless ride – 310 euro
  • Manopole riscaldabili – 260 euro
  • Paramani  - 110 euro
  • Sella comfort – 50 euro

Il tris di valigie in alluminio (due laterali e bauletto) con relativi supporti costa oltre 1.500 euro; il costo scende per quelle in plastica. Quest'ultime, onostante il materiale meno nobile, brillano per praticità permettendo di variarne la capienza grazie al sistema Vario (capace di ospitare un casco integrale). I prezzi di listino non sono disponibili sul sito BMW, è dunque necessario recarsi in concessionario per avere maggiore informazioni.

BMW R 1250 GS: il display BMW Motorrad Connectivity

USATO La più ricercata nel mercato di seconda mano è la R 1250 GS, il cui valore rimane decisamente alto per via della sua alta richiesta: per un esemplare del 2019 si va per i 15.300 euro, che scendono a 14.500 euro per un m.y. 2018, anno d’esordio del boxer SwiftCam. Il “GS 1200” raffreddato a liquido è calato nei prezzi: per i modelli del 2018 si scende a 12.800 euro che diventano 10.600 euro per quelli del 2015. Per ciascuna cilindrata (1.200 e 1.250 cc) le versioni Adventure vengono vendute a circa 1.000 euro in più rispetto alla quella standard. Oltre che gli accessori presenti sulla moto, il chilometraggio rimane il vero e proprio ago della bilancia: è difficile trovare moto di due/tre anni con meno di 20/25.000 chilometri sul groppone.

Nuova BMW R 1250 GS Adventure 2019: vista 3/4 anteriore, lato sinistro

SCHEDA TECNICA Il motore è un bicilindrico boxer da 1.254 cc raffreddato ad aria/liquido, 4 valvole per cilindro, due alberi a camme in testa con fasatura variabile. La potenza massima è di 136 CV (100 kW) a 7.750 giri/min, la coppia pari a 143 Nm a 6.250 giri/min mentre la velocità massima dichiarata è di oltre 200 km/h. Sono dichiarati consumi medi pari a 4,75 l/100 km. La ciclistica è composta, all’anteriore, da un telelever con ammortizzatore centrale da 190 mm (Adventure: 210 mm) e steli da 37 mm, al posteriore un forcellone monobraccio con monoammortizzatore progressivo regolabile nel precarico e nell’estensione; l’escursione è di 200 mm (Adventure: 220 mm). Gli pneumatici misurano 120/70 19” all’anteriore e 170/60 17” al posteriore. L’impianto frenante prevede un doppio disco anteriore, ciascuno da 305 mm abbinato a una pinza a due pistoncini; dietro invece trova posto una pinza flottante a pistoncino singolo con disco da 276 mm. Parlando di dimensioni, la R 1250 GS è lunga 2.207 mm, larga 953 mm, alta 1.430 mm (Adventure: 2.270 x 980 x 1460 mm), ha un’altezza sella di 860 mm (Adventure: 890 mm) e pesa 249 kg (Adventure: 268 kg) in ordine di marcia; il serbatoio è da 20 litri (Adventure: 30 litri).


TAGS: bmw bmw r 1200 gs adventure guida all'acquisto bmw r 1250 gs bmw r 1250 gs adventure