Autore:
Massimo Grassi

IL BELLO DI NON PERDERSI L’estate è iniziata e avete tirato a lucido la vostra moto, pronti per godervi le ferie in sella alla vostra amata compagna a due ruote. Passi alpini, strade che costeggiano mari cristallini, lingue d’asfalto in mezzo a verdi colline… ma al bivio dove vado? E per la città che voglio raggiungere? Quanti chilometri mancheranno? Perché è bello perdersi, ma è anche bello arrivare per tempo. Allora dai, facciamo che si prende un navigatore satellitare da moto come il nuovo TomTom Rider 450 e si riducono a zero i rischi di ritrovarsi nel bel mezzo del nulla a chiedere indicazioni a un signore che parla una lingua a noi sconosciuta.

COSA C’È DENTRO? Nella confezione del TomTom Rider 450 c’è tutto quello che serve per partire immediatamente: staffa da attaccare al manubrio con viti e bulloni, cavo usb per ricarica e dati e un altro cavo di alimentazione così da non ritrovarsi mai con la batteria a zero. Se volete potete optare per il premium pack che aggiunge supporto per auto (si, il TomTom Rider 450 può essere tranquillamente utilizzato anche quando si viaggia su quattro ruote), meccanismi antifurto e custodia.

LE MAPPE All’interno del navigatore sono memorizzate le mappe europee e il loro aggiornamento è garantito a vita. Come specificato nel nostro articolo di presentazione di qualche mese fa, ciò significa che gli aggiornamenti saranno disponibili fino a quando il dispositivo sarà supportato. Grazie alla memoria interna da 16 GB, espandibile tramite MicroSD, si possono scaricare mappe di tanti altri paesi del mondo.

PRONTO AL TOCCO Pensato principalmente per i motociclisti il nuovo navigatore moto top di gamma di TomTom conta su un bel monitor touch da 4,3” in grado di essere gestito anche con i guanti, sia sottili sia spessi. Così non dovete ogni volta denudarvi le mani per selezionare una nuova meta sul navigatore. Se avete dita troppo grosse però dovete fare i conti con tasti non giganteschi e dovete prendere bene la mira. C’è poi la possibilità di inserire vocalmente la destinazione. Il riconoscimento vocale funziona bene, ma bisogna parlare piano e scandendo bene le parole.

DOVE ANDIAMO OGGI Il menù è quello di sempre, chiaro e di facile utilizzo, anche se ogni tanto non risulta così fluido come ci si aspetterebbe. Si sceglie la destinazione scrivendo il nome del luogo che vogliamo raggiungere e via, si parte. Il calcolo del percorso è veloce e grazie al servizio TomTom Traffic possiamo anche conoscere lo stato del traffico davanti a noi (è necessaria una connessione internet) e la presenza di autovelox. La visualizzazione della mappa è chiara e le indicazioni arrivano sempre per tempo. Insomma: perdersi è davvero difficile e per mancare un’uscita autostradale o una svolta bisogna viaggiare alla velocità della luce o essere davvero molto (ma molto) distratti.

TU CHIAMALE SE VUOI, EMOZIONI Trattandosi di un navigatore dedicato a chi viaggia in moto il TomTom Rider 450 offre anche la modalità “Percorso emozionante”. In cosa consiste? Niente di più semplice: si inserisce una meta, si seleziona il grado di difficoltà (da poche a tante curve, da pochi a tanti dislivelli) e il sistema ci restituisce il percorso ideale per divertirsi, con 100 percorsi precaricati. Così saremo certi di non trovarci a dover fare interminabili tratti di autostrada.

PER CHI NON SI ACCONTENTA Il TomTom Rider 450 poi è compatibile anche col servizio TomTom Road Trips, il servizio dell’azienda olandese che offre più di 90 itinerari pre impostati nei 5 continenti. Il rischio di annoiarsi è così praticamente ridotto a zero.

SENTI COME PIOVE Giacca, pantaloni, stivali, guanti: maltempo, non ti temo. Non ti teme neppure il TomTom Rider 450 grazie alla all’impermeabilità IPX7: significa che non c’è acquazzone che tenga, il navigatore continuerà a funzionare anche in mezzo alla tempesta.

SENTI CHI PARLA Per ascoltare le indicazioni del TomTom Rider 450 si può tranquillamente abbinare il proprio telefono tramite la connettività bluetooth e utilizzare quindi le cuffie (dai, il telefono infilato nel caso no, vero?) per sentire la voce del navigatore. Voce che si interrompe nel momento in cui dovesse arrivare una telefonata.

TOMTOM RIDER 450: IL PREZZO Il nuovo TomTom Rider 450 viene venduto a 399,95 euro, mentre per il Premium Pack il prezzo richiesto è di 499,95 euro. 

TOMTOM RIDER 450: IL GIUDIZIO In soldoni, com'è il nuovo TomTom Rider 450? C'è poco da dire: funziona bene in tutto quello che fa. L'autonomia di 6 ore della batteria interna ci permette di non perderci anche se non abbiamo montato il cavo di alimentazione e il ricco bouquet di mappe lo rende l'ideale per gite fuoriporta di un giorno o lunghi viaggi all'avventura.


TAGS: tecnologia tomtom tomtom rider 450 TomTom Ridero 450 prova tecnologia