Pubblicato il 18/01/21

UN ANNO, UNA VITA È passato solo un anno, ma sembra un secolo. Il nuovo rapporto 2020 dell’Osservatorio Focus2R, la ricerca promossa da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) insieme a Legambiente, fornisce una panoramica completa e aggiornata sulle politiche messe in campo dalle città italiane per quanto riguarda bici e motocicli. Pubblicato solo oggi, il rapporto fa riferimento ai dati del 2019, prima che scoppiasse la pandemia mondiale di Covid19, e per questo motivo non riesco a scrollarmi di dosso l’idea che racconti un mondo che non c’è più, distante e lontano. Perché in questi ultimi 12 mesi sono cambiate talmente tante cose che anche la ricerca fatica a stare al passo.

Focus2R, le città più virtuose per la mobilità sostenibile

DA LEGGERE Il rapporto, di cui consiglio comunque la lettura (eccolo in formato pdf), segnala alcuni importanti elementi legati al mondo della mobilità sostenibile e dolce, e che nel corso degli ultimi dodici mesi hanno assunto ancora più importanza. I dati sono stati raccolti tramite questionari inviati a tutti i 104 capoluoghi italiani: di questi, hanno risposto solo in 79. 

BICICLETTE 

Si conferma, e non ci aspettavamo nulla di diverso, il trend di crescita per biciclette ed e-bike: queste ultime, in particolare, hanno una quota di mercato più piccola di almeno un ordine di grandezza rispetto alle muscolari, ma un tasso di crescita dieci volte superiore. I dati del prossimo anno (cioè per il 2020) dovrebbero confermare questa tendenza. Nel 2019 sono state vendute 1.71 milioni di biciclette, il 7% in più rispetto allo scorso anno, e 195mila e-bike, contro le 173mila del 2018.

Focus2R, aumentano le offerte di bike sharing

INFRASTRUTTURE Per quanto riguarda la mobilità a pedali, che sia di tipo tradizionale o assistita, nel 2019 sono aumentati i km di piste ciclabili, ciclopedonali, zone 20 e 30 km/h (+6% rispetto al 2018 e +20% dal 2015), così come la possibilità di accesso delle biciclette alle corsie riservate ai mezzi pubblici e il numero di Comuni con postazioni di interscambio bici nelle stazioni ferroviarie e parcheggi nelle zone universitarie. Tutti valori che, nel corso di questi mesi di pandemia, sono ulteriormente aumentati, e che scopriremo in maggior dettaglio nel rapporto del prossimo anno. Le città più virtuose, con maggiori infrastrutture per la ciclabilità, sono Reggio Emilia, Cremona, Mantova, Lodi e Ravenna. Chiudono la classifica Campobasso, Chieti, Vibo Valentia, Salerno ed Enna. A sottolineare la prima, grande criticità che emerge ogni anno, ossia il profondo divario tra nord e sud del Paese nelle misure messe in campo a sostegno delle due ruote.

BIKE SHARING Crescono anche i dati dello sharing, con il free float che - per quote di mercato - ha sorpassato il noleggio da stalli tradizionali: 22 città hanno un servizio di bike sharing attivo, con Milano, Firenze, Torino e Bologna che da sole possiedono il 75% della flotta di bici in bike sharing.

Focus2R, in aumento gli incidenti in monopattino

LA SICUREZZA Rimane come sempre la spina nel fianco di ogni politica di sostegno alle due ruote: sono aumentati del 15% i ciclisti vittime - o feriti - di incidenti stradali, con 253 vittime sulle 3.173 complessive del 2019. Un tema che sta entrando con sempre maggior prepotenza nei programmi delle Amministrazioni Comunali, anche alla luce del boom di bici e monopattini degli ultimi mesi, che hanno fatto prevedibilmente aumentare anche il numero di incidenti. 

E I FURTI? Sicurezza è anche protezione contro i furti: il 29% dei capoluoghi che hanno risposto al questionario Focus2R ha attivato un sistema di marchiatura e registrazione antifurto per le biciclette. Non siamo ancora arrivati al registro che ci si augurava lo scorso anno, ma la strada intrapresa pare andare proprio in quella direzione.

CASCO PER IL MONOPATTINO Tra i provvedimenti più importanti (e destinato a provocare inevitabili polemiche) c’è quello preso dal comune di Firenze, che dal 1 febbraio 2021 renderà obbligatorio l’uso del casco da bici per chiunque si muova in monopattino, maggiorenne o minorenne che sia. Una decisione che ha già sollevato la contrarietà dei principali operatori di sharing sul territorio del capoluogo toscano, e che faranno appello al Tar regionale. La città di Firenze, dal canto suo, è convinta della bontà della decisione, e si è già preparata allo scontro in aula.

MOTOCICLI 

Focus2R, cresce il noleggio di scooter elettrici

Per quanto riguarda la mobilità su moto, scooter e ciclomotori, il 12% delle città interpellate concede l’accesso alle corsie riservate ai mezzi pubblici anche a questi veicoli. Cresce lo sharing, principalmente con mezzi elettrici, e si rafforza nelle città dove era già presente: Genova, Milano, Rimini, Roma e Torino. Sul fronte sicurezza, meno sentito dai comuni rispetto a quello legato a bici e monopattini, sono raddoppiate (passando dal 17% al 32%) le amministrazioni che nel 2019 hanno installato guardrail dotati di protezioni a tutela dell’incolumità dei motociclisti.

LE PROPOSTE DEL MINISTRO 

Alla presentazione del rapporto Focus2R è riuscito a intervenire, pur nella confusione politica di queste ore, anche il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che ha sottolineato l’importanza di sostenere lo sviluppo della mobilità dolce in città, come dimostrato - anche - dal bonus mobilità, e dalle modifiche apportate al Codice della Strada con l’introduzione dei percorsi pedonali, le case avanzate ecc. Il percorso è solo all’inizio, ricorda: già nel 2021 la Legge di Bilancio ha stanziato nuove risorse per lo sviluppo di ciclovie e piste ciclabili, con l’obiettivo di arrivare a 20mila km totali entro la fine dell’anno. 

Focus2R: i monopattini sempre più protagonisti

DUE IDEE DA STUDIARE Il Ministro lancia anche due proposte: la creazione di un “tavolo di regia” che coinvolga ANCI (i sindaci), il mondo produttivo (ANCMA) e le associazioni ambientaliste come Legambiente per capire, operativamente, come applicare al meglio le risorse stanziate dalla legge di stabilità e dal recovery fund, che ha regole piuttosto complesse. Ancora, di concerto con la ministra Azzolina, l’apertura di una discussione affinché le tematiche della mobilità sostenibile entrino nella formazione ambientale già presente in classe. “Perché il cittadino di domani”, ricorda il ministro, “deve immaginare strade che non appartengono solo alle auto. È da qui che parte il cambio di mentalità necessario, anche per colmare il divario tra nord e sud che vediamo nei dati di questo rapporto”.

LE ALTRE PROPOSTE Tra gli interventi alla presentazione del Focus2R c’è anche stato quello di Stefano Giorgetti, Assessore per la Mobilità del comune di Firenze, che ha ricordato l’ordinanza sul casco ai monopattini. Ancora, l’Assessore del comune di Torino Maria Lapietra ha invece lanciato una proposta concreta e attiva che prevede il tempo speso nella mobilità attiva (ossia impegnato per raggiungere il luogo di lavoro con bicicletta o simili) come parte integrante dell’orario di lavoro. Un bell’incentivo a lasciare a casa l’automobile! Matteo Campora, Assessore alla Mobilità del comune di Genova, sta valutando invece di inserire un piccolo extra in alcune imposte urbane (come la TARI, per esempio) che integrino un abbonamento “all inclusive” ai mezzi pubblici della città. Una cifra indicativa di circa 100 euro che permette di accedere a tram, pullman, treni, bike sharing ecc., invece degli oltre 350 euro necessari oggi. Marco Granelli, Assessore alla Mobilità del comune di Milano, lancia gli obiettivi 2021 per la mobilità dolce, che prevedono un ulteriore aumento delle piste ciclabili, altri 40 km in aggiunta ai 60 già inaugurati lo scorso anno, e l’avvio di una serie di nuovi percorsi lungo la cerchia dei Navigli, la filoviaria, i collegamenti radiali e i confini del comune. Ottimo anche il successo degli incentivi comunali per l’acquisto di mezzi elettrici: più della metà degli otto milioni di euro stanziati ha finanziato e-bike e scooter (circa 1.500 bici a pedalata assistita e 500 scooter), il rimanente l’acquisto di auto elettriche.


TAGS: biciclette ancma legambiente e-bike smart mobility mobilità sostenibile piste ciclabili focus2r bikeconomy

Allegato Dimensione
Focus2R 2021 3325 Kb