Pubblicato il 23/06/21

UN GRADITO RITORNO Dopo la sessione di test autunnale su Alfa-Romeo Giulia GTA e GTAm, il Campione del Mondo di F1 Kimi Räikkönen è tornato, pochi giorni fa, presso il Centro Sperimentale di Balocco per valutare di persona il lavoro fatto sulla super berlina del Biscione (qui le prime impressioni della stampa britannica). Le parole dell’asso finlandese non lasciano spazio a dubbi: ''Mi piace molto. Stiamo parlando di un’auto che puoi utilizzare tutti i giorni, ma che puoi portare anche in pista e divertirti parecchio''. 

PAROLA DI KIMI! Räikkönen ha analizzato gli sviluppi apportati sulla vettura e, in particolare, quelli sull’aerodinamica su cui aveva lavorato nella prima sessione, fornendo preziosi suggerimenti sulle nuove appendici anteriori, compreso il nuovo splitter regolabile integrato nel nuovo paraurti frontale. Validi consigli sono stati espressi anche per il posteriore, con l’introduzione della nuova ala regolabile manualmente e per il connubio fra estrattore e carenatura sottoscocca. Il giudizio di Kimi? ''Di certo, ad alta velocità è migliore in termini di bilanciamento, mi sembra che la vettura sia più bassa all'anteriore, per sterzate più rapide. È veloce, facile da guidare e reattiva''. 

LE CORSE NEL SANGUE Si chiude così un processo di sviluppo che ha coinvolto i piloti e il team di ingegneri Alfa Romeo, un lungo percorso iniziato lo scorso ottobre, con una prima sessione di test dedicata alle soluzioni specifiche per aerodinamica e handling. Alfa Romeo affida a Sauber Engineering la produzione di gran parte dei componenti in carbonio di GTA e GTAm, soprattutto quelli con rilevanza aerodinamica (qui Giovinazzi e Räikkönen che strapazzano GTAm). Parliamo del paraurti anteriore, delle minigonne laterali, dell’estrattore, dello spoiler GTA e dell’aerowing GTAm. Grazie alle appendici regolabili manualmente, Giulia GTAm è in grado di variare il carico aerodinamico a seconda del tracciato e delle preferenze del guidatore.

Kimi Raikkonen al volante di Giulia GTAm

SINERGIA VINCENTE La ricerca in galleria del vento non si è limitata solo alle appendici alari, ma ha interessato anche il sottoscocca, che, come su Giulia Quadrifoglio, è interamente carenato. GTA e GTAm beneficiano inoltre di un nuovo estrattore capace di aumentare l’effetto suolo della vettura garantendo una miglior tenuta alle alte velocità. In particolare, sulla Giulia GTAm la configurazione aerodinamica più carica è in grado di sviluppare una downforce doppia rispetto alla Giulia GTA, e addirittura tripla rispetto alla Giulia Quadrifoglio. Un dato di assoluto rilievo che testimonia il gran lavoro svolto congiuntamente dai tecnici Alfa Romeo e Sauber.


TAGS: alfa romeo kimi raikkonen alfa romeo giulia gta Alfa Romeo Giulia GTAm