Pubblicato il 03/05/21

BRUCIARE L'IDROGENO Quando si parla di auto a idrogeno, nel mondo delle quattro ruote si è soliti intendere un sistema propulsivo all’interno del quale un elemento chimico (l’idrogeno appunto) viene utilizzato come vettore per ricavare elettricità, che a sua volta alimenta un normalissimo motore a corrente alternata (qui il nostro primo contatto con Hyundai Nexo a idrogeno). Ma a quanto pare Toyota, fra le prime Case automobilistiche a sviluppare questo tipo di tecnologia basata sulla cella a combustibile, ha deciso di capovolgere l’equazione, utilizzando l’idrogeno alla stregua di un normalissimo carburante - bruciandolo cioè in una camera di scoppio. Un insolito esperimento che riflette un po’ l’ossessione di Toyota nei confronti, appunto, dell’idrogeno.

UNA COROLLA SPECIALE Non è la prima volta che un motore a combustione interna viene alimentato a idrogeno, anche in passato si è fatto lo stesso, ottenendo però scarsi risultati in termini di efficienza energetica. Qualche tempo fa Toyota aveva però anticipato l’idea di equipaggiare una Corolla Sport (qui la nostra prova su strada) con propulsore termico tre cilindri a idrogeno, per farla correre alla Super Taikyu Series 2021. Bene, l’auto che vedete nel video sembra proprio essere quella tanto discussa Corolla. Non c'era da aspettarsi un sound diverso dal solito: se l'idrogeno è bruciato in un motore tradizionale, invece che impiegato in una fuel-cell, il rombo non è diverso dallo scoppiettare della benzina. E così pure la guida...

PAROLA DI PILOTA Il pilota professionista Hiroaki Ishiura, che ha guidato la Toyota Corolla del video, al termine della prova ha confermato: “Non è così diversa dalle normali vetture a benzina. Sembra un normalissimo motore a scoppio. Se non mi avessero detto nulla, probabilmente avrei pensato di essere al voltante di un’auto a benzina”. Come anticipato, i motori a combustione a idrogeno non sono di certo una novità. La loro bassa efficienza well-to-wheel, cioè calcolando il rendimento a partire dal processo per ricavare immagazzinare l'idrogeno gassoso, li rende poco competitivi dal punto di vista ambientale. Senza contare che un propulsore che brucia idrogeno emette una consistente quantità di ossidi di azoto. Ragioni più che valide per sceglierne un impiego tramite cella a combustibile, in grado invece di generare elettricità espellendo solo ed esclusivamente vapore acqueo.


TAGS: toyota toyota corolla video Toyota a idrogeno Toyota Corolla a idrogeno