Autore:
Andrea Minerva

LA LEGGE DI OTT Non poteva durare così, fino alla fine. Perché quattro piloti, i primi quattro della classifica per essere precisi, che chiudono la prima tappa del Rally di Finlandia racchiusi in un fazzoletto di 2 secondi e 6 decimi è pura magia, un evento straordinario per cuori forti e nervi saldi. Ma appunto, non poteva durare. E così l’arrivo della seconda tappa ristabilisce distanze cronometriche pur sempre risibili, ma non più eccezionali. A comandare le operazioni dopo aver ripreso di forza la prima posizione è proprio lui, eh sì, Mr. Ott Tanak che dopo aver chiuso il day 1 in quarta posizione, ma a soli due secondi e mezzo dalla vetta, oggi si è limitato ad aspettare il sorgere dell’alba per lanciare a velocità folle la sua Toyota Yaris Wrc Plus verso il meritato vertice della classifica. La prima prova del secondo giorno del Rally di Finlandia vede Tanak salire al comando e iniziare un duello a suon di decimi con i compagni di team Latavala e Meeke. Alla fine della prova 13, Latvala è primo con 2 decimi su Tanak e 6 nei confronti di Meeke: splendida follia. Ma la tenzone si risolve in fretta. Decide tutto la prova numero 14. In questo tratto cronometrato, mentre Tanak vola, Meeke sbatte e Latvala, fora. La rottura della sospensione posteriore sinistra impone il ritiro a Kris Meeke mentre Latvala se la cava con 14 secondi persi e un probabile richiamo del boss di Toyota Gazoo Racing, il pluricampione del mondo Tommi Makinen, ad un atteggiamento più prudente per non trasformare quella che avrebbe potuto essere una tripletta Toyota in un clamoroso disastro. E’ così che Latvala imposta la modalità “ragioniere veloce” per conservare il terzo posto alle spalle di un rinato e scoppiettante Esapekka Lappi; il giovane pilota finlandese ha ritrovato nella gara di casa un feeling perfetto con la Citroen C3 Wrc Plus e occupa ora la seconda posizione con un distacco di 16 secondi e 4 decimi da Tanak. Oltre a questo, Lappi ha vinto anche due prove speciali e non ha mai rinunciato a mettere pressione al pilota estone della Toyota, nel tentativo di dare anche una mano al compagno di squadra Ogier.

GOMITI ALTI PER IL QUARTO POSTO Se Tanak, Lappi e Latvala occupano stabilmente e con saldezza le prime tre posizioni, lo stesso non si può dire per i piloti che lottano in modo furibondo alle loro spalle per il quarto posto. Alla fine della seconda giornata del Rally di Finlandia, proprio quella posizione è occupata da un ottimo Andreas Mikkelsen, migliore dei piloti Hyundai con la I20 coupé Wrc Plus e sempre tra i più veloci di tutta la giornata, fino ad aggiudicarsi l’ultima prova della giornata precedendo al fotofinish Tanak per un solo decimo di secondo! A 2 secondi e 6 decimi da Mikkelsen troviamo Sébastien Ogier e la seconda delle Citroen C3 Wrc Plus. Il sei volte campione del mondo, già penalizzato da un set-up non ottimale nella prima tappa, ha corso la seconda fortemente debilitato fisicamente dopo una nottata insonne a causa di un malanno fisico: disdetta atomica se la mattina dopo ti attende il Rally di Finlandia. Ma il pilota francese ha carattere e personalità da vendere, stringe i denti e chiude il day2 al 5° posto, tenendo aperta la battaglia per il 4°. In questa lotta potrebbe rientrare anche Craig Breen neoacquisto del team Hyundai Motorsport. Fino ad ora il suo esordio nel Wrc 2019 è stato con i fiocchi ma il passo gara, tanto lentamente quanto inesorabilmente, si è via via affievolito; il pilota nordirlandese sta comunque disputando una grande gara e il distacco di 6 secondi da Ogier è molto consistente ma non ancora irrecuperabile. Chi non riesce proprio a digerire la sfida finnica è invece Thierry Neuville che lotta, si sbatte, ci prova, ma non recupera niente. La settima posizione è poca cosa in “ottica” mondiale e un problema ad una sospensione posteriore della Hyundai i20 wrc Plus ha ulteriormente peggiorato le cose. La top 10 è poi completata da Teemu Suninen (Ford Fiesta Wrc Plus), ottavo, Gus Greensmith (Ford Fiesta Wrc Plus), nono, e Kalle Rovanpera, il giovanissimo talento di Casa Skoda che prosegue sicuro al comando della classifica riservata alle Wrc2 Pro oltre ad aver guadagnato l’ingresso tra i primi dieci della classifica del Rally di Finlandia dopo il ritiro di Kris Meeke.

DOMANI LA TERZA E ULTIMA TAPPA Per stabilire l’ordine d’arrivo finale mancano le ultime quattro prove speciali, che si disputeranno nella mattinata di domenica. In sostanza si tratta della ripetizione di due prove, con la seconda, la quasi impronunciabile “Ruuhimaki”, che fungerà anche da Power Stage, con la consueta attribuzione dei punteggi supplementari oltre a quelli assegnati dalla gara. I km cronometrati saranno in totale poco più di 45, non molti a dire il vero, ma l’alta velocità e la tensione del finale di gara potrebbero ancora innescare qualche colpo di scena in un rally che vede molti duelli aperti. L’appuntamento è per domani pomeriggio con il report finale di questo entusiasmante Rally di Finlandia.

CLASSIFICA RALLY DI FINLANDIA – TAPPA 2

1. TANAK – TOYOTA YARIS WRC PLUS

2. LAPPI – CITROEN C3 WRC PLUS + 16.4

3. LATVALA – TOYOTA YARIS WRC PLUS +28.8

4. MIKKELSEN – HYUNDAI I20 COUPE’ WRC  PLUS + 50.5

5. OGIER – CITROEN C3 WRC PLUS + 53.1

6. BREEN – HYUNDAI I20 WRC PLUS + 59.1

7. NEUVILLE – HYUNDAI I20 WRC PLUS + 1.19.3

8. SUNINEN – FORD FIESTA WRC PLUS + 2.05.3

9. GREENSMITH – FORD FIESTA WRC PLUS + 4.09.7

10. ROVANPERA – SKODA FABIA R5 WRC2 + 6.33.5    


TAGS: Sebastien Ogier Jari-Matti Latvala andreas mikkelsen ott tanak citroen c3 wrc plus toyota yaris wrc plus hyundai i20 wrc plus craig breen esapekka lappi wrc 2019 wrc 2019 rally di finlandia

Allegato Dimensione
tabella distanze e tempi wrc rally finlandia.pdf 954 Kb
Entry list wrc rally finlandia.pdf 197 Kb
Mappe wrc rally finlandia_maps.pdf 9782 Kb