Autore:
Andrea Minerva

TANAK “VEDE” IL MONDIALE Mancano ancora due gare alla fine del Mondiale Wrc, ma il Rally del Galles ha chiarito una volta di più che quest’anno sarà ben difficile togliere a Ott Tanak e a Toyota Racing la soddisfazione di vincere il Titolo Iridato. Il pilota estone ha infatti conquistato anche questa prova, la terz’ultima della stagione 2019, con la consueta miscela di velocità, talento e capacità di gestione della gara. L’ultima tappa del Rally del Galles non ha infatti offerto nessuno stravolgimento della classifica e Tanak, con la Toyota Yaris Wrc Plus, ha potuto involarsi verso la vittoria risultando grande protagonista anche nelle ultime cinque prove speciali in programma; in particolare è riuscito a vincere la prima, e cosa ancora più importante, l’ultima, valida come Power Stage. In questo modo il portacolori di Toyota Racing ha ottenuto il maggior punteggio disponibile, ovvero 30 punti tondi tondi, che nella classifica generale riservata ai piloti gli hanno consentito di portare a 28 lunghezze il distacco nei confronti di Ogier. Ma l’unico avversario apparso in grado di poter impensierire Tanak in questo Rally del Galles non è stato il francese, bensì il belga Thierry Neuville, con la Hyundai i20 Wrc Plus. Dopo aver perso terreno nella prima tappa a causa di un set up poco azzeccato, lo stesso Neuville è stato protagonista di una rimonta solida e impetuosa che non gli ha comunque consentito di strappare la vittoria a Tanak; il belga ha chiuso infatti il Rally del Galles al secondo posto, con un ritardo di 10 secondi e 9 decimi dalla prima posizione. Questo risultato cancella quasi definitivamente le speranze di Neuville di poter diventare campione del mondo Wrc; i punti di distacco da Tanak sono ora 41 quando ne rimangono in palio solamente 60. Il podio del Rally del Galles è stato completato da Sébastien Ogier che anche in questa occasione ha dovuto fare i conti con una Citroen C3 Wrc Plus apparsa non all’altezza di Toyota e Hyundai. Il sei volte campione del mondo non si è comunque dato per vinto anche se il distacco di 23 secondi e 8 decimi da Ott Tanak vale più di mille considerazioni e parole. Ogier ha cercato di strappare al rivale di Toyota almeno il successo nella Power Stage, ma anche in questo caso si è dovuto arrendere seppure per soli 4 decimi.

IL RESTO DELLA TOP 10 Nella classifica finale di questo Rally del Galles spicca l’ottimo quarto posto del nordirlandese Kris Meeke che ha condotto la propria Toyota Yaris Wrc Plus fino al traguardo senza troppi patemi. Il distacco dal compagno di team Tanak non è eccessivo, 35 secondi e 6 decimi, e i punti conquistati valgono oro per la rimonta del team Toyota Gazoo Racing nei confronti di Hyundai Motorsport per la sfida del Titolo Costruttori. Il quinto posto di Elfyn Evans e della Ford Fiesta Wrc di M-Sport sa invece di occasione mancata. La rottura di una sospensione nella giornata di venerdì ha infatti estromesso Evans dalla lotta per il podio; una vera disdetta considerando che il pilota britannico ha vinto ben 7 prove speciali di questo Rally del Galles, eguagliando il risultato del vincitore Ott Tanak. La seconda parte della top 10 è completata dal 6° posto di Andreas Mikkelsen (Hyundai) staccato di 58 secondi e 2 decimi dalla prima posizione. Alle spalle del norvegese troviamo Pontus Tidemand (Ford) in 7° posizione, Craig Breen (Hyundai) in 8°, Kalle Rovapera (Skoda) in 9° e Petter Solberg (Vw) in 10°.

CAMPIONI “VECCHI” E “NUOVI” Non se la prendano le nuove leve del rallysmo mondiale, ma come si fa a non parlare di Petter Solberg? A 44 anni, e dopo aver conquistato il Mondiale Wrc nel lontano 2003 con Subaru, il campione norvegese è tornato a disputare una rally iridato; il risultato in Galles è stato clamoroso: 10° assoluto e vincitore della classifica riservata alle Wrc2 private con la Vw Polo Gti R5. Chapeau! Nel Wrc 2 Pro è invece arrivata la quinta vittoria stagionale di Kalle Rovanpera e della Skoda Fabia R5, un successo determinante perché grazie a questo successo il buon Kalle, classe 2000, è diventato campione del mondo Wrc2 Pro. Chapeau anche in questo caso per un pilota che nella prossima stagione farà probabilmente il salto nella classe Wrc Plus sotto le insegne di Toyota. Ancora in tema di Titoli Mondiali annoveriamo il successo degli spagnoli Jan Solans e Mauro Barreiro, diventati campioni del mondo junior. Passando invece ai risultati dei piloti italiani in questo Rally del Galles, registriamo il 5° posto nella classe Wrc2 ottenuto da Fabio Andolfi ed Emanuele Inglese con la Skoda Fabia R5 di AciTeam Italia e il 4° posto nella categoria junior wrc di Enrico Oldrati ed Elia De Guio. Il prossimo appuntamento del Mondiale Wrc sarà il Rally di Catalunya, dal 25 al 27 ottobre, e in quella occasione Ott Tanak e Toyota Racing avranno a disposizione il primo match point della loro splendida stagione.

CLASSIFICA FINALE RALLY DEL GALLES

  1. TANAK (TOYOTA)
  2. NEUVILLE (HYUNDAI) +10.9
  3. OGIER (CITROEN) +23.8
  4. MEEKE (TOYOTA) +35.6
  5. EVANS (FORD) +48.6
  6. MIKKELSEN (HYUNDAI) +58.2
  7. TIDEMAND (FORD) +5.23.8
  8. BREEN (HYUNDAI) +9.25.0
  9. ROVANPERA (SKODA) +10.51.1
  10. SOLBERG (VW) +11.36.1

CLASSIFICA PILOTI – MONDIALE WRC

1.TANAK 240

2.OGIER 212

3.NEUVILLE 199

CLASSIFICA COSTRUTTORI – MONDIALE WRC

  1. HUNDAI  340
  2. TOYOTA  332
  3. CITROEN  278
  4. FORD M-SPORT 200

TAGS: Sebastien Ogier Thierry Neuville Kris Meeke ott tanak citroen c3 wrc plus toyota yaris wrc plus hyundai i20 wrc plus wrc 2019 wrc 2019 rally di gran bretagna