Autore:
Andrea Minerva

LA PRIMA VOLTA DEL CILE Il Campionato mondiale Rally Wrcsi appresta ad affrontare il sesto appuntamento della stagione, il terzo su sterrato dopo le precedenti gare in Messico e Argentina. Anche in questo caso la sfida si svolgerà Oltreoceano, portando all’esordio nella serie iridata il Cile che diventa così la 32° nazione ad ospitare una gara del Mondiale rally. Il Citroen Total World Rally team, che ha preparato il doppio appuntamento di Argentina e Cile effettuando quattro giorni di test in Portogallo, è pronto ad affrontare questa nuova sfida con la Citroen C3 Wrc e i due equipaggi ufficiali: SébastienOgier-Julien Ingrassia ed Esapekka Lappi-Janne Ferm.In particolare, Ogier arriva alla gara cilena forte del 2° posto nella classifica generale di campionato in virtù delle vittorie al “Montecarlo” e in Messico, oltre ai podi ottenuti in Corsica (2°) e Argentina (3°). L’obiettivo per il sei volte campione del mondo è naturalmente quello di rimanere agganciato alle posizioni di vertice, pronto ad approfittare delle opportunità che una gara inedita per tutti potrebbe offrire. Esapekka Lappi dovrà invece continuare ad accumulare esperienzacon la Citroen C3 Wrc sul fondo sterrato cercando di aumentare il ritmo nel corso della gara. La posizione di partenza nelle prima fasi del Rally del Cile, l’ottava per la precisione, potrebbe rappresentare per il pilota finlandese un’ottima occasione, con la possibilità di sfruttare il percorso già “spazzato” dai concorrenti precedenti.

I NUMERI DELLA GARA Pur trattandosi di un rally all’esordio nella vetrina del Mondiale Wrc, il Rally del Cile offre diversi spunti e contenuti di grande interesse. Le prove speciali saranno in totale 16, per un totale di 304km e 810 metri cronometrati. La prova più lunga del rally, con i suoi 30km e 720 metri, è la “El Puma”; gli equipaggi la percorreranno due volte nella giornata di venerdì.Il centro nevralgico dell’evento sarà la città portuale di Concepcion mentre le prove speciali si disputeranno principalmente nelle foreste più a sud, tra la costa del Pacifico e il Rio Biobioche è il secondo fiume del Paese. Come da programma l’apertura spetterà alla prova di “El Pinar”, venerdì 10 maggio, mentre la chiusura è affidata alla prova “BioBio”, domenica 12 maggio, che naturalmente sarà valida anche come Power Stage. Ora vi proponiamo le dichiarazioni di Pierre Budar (Direttore di Citroen racing) e dei piloti del Citroen Total World Rally team SébastienOgier ed Esapekka Lappi raccolte poche ore prima dell’inizio del rally del Cile.

Pierre Budar, Direttore di Citroën Racing

«Scoprire un nuovo Rally è sempre eccitante. Questo del Cile sembra offra delle belle piste, che daranno vita a una lotta ad armi pari, dal momento che tutti gli equipaggi partiranno con lo stesso livello di esperienza. Le ricognizioni saranno quindi fondamentali, così come la nostra abilità nell’adattare la base delle regolazioni. A tutto questo si aggiungerà il meteo, che potrebbe modificare lo scenario. Ma siamo determinati a mettere a disposizione dei nostri equipaggi la migliore C3 WRC possibile, per conquistare in Cile il nostro sesto podio consecutivo dell’anno.»

Sébastien Ogier, Pilota Citroën Total WRT

«Da quello che vedo dai video a disposizione, l’andamento delle speciali sembra abbastanza diverso da quello dell’Argentina. Le speciali sembrano rapide e questo mi ricorda vagamente la Gran Bretagna, con tutti questi tratti nel sottobosco. Spero che su questo tipo di terreno possiamo essere più performanti. Lo strato di ghiaia sottile presente in superficie potrebbe complicare la vita a quelli che partono per primi. Vedremo se le piogge degli ultimi giorni limiteranno gli effetti degli apripista.»

Esapekka Lappi, Pilota Citroën Total WRT

«Dopo un inizio di stagione difficile, in Cile voglio ripartire con il piede giusto e ottenere un risultato soddisfacente riconquistando fiducia al volante tappa dopo tappa. Spero che il meteo ci sia favorevole venerdì, così da trarre vantaggio dall’ordine di partenza arretrato, su un fondo che migliora al passaggio delle auto, ed iniziare la nostra gara nelle condizioni ideali. Le crono sembrano divertenti e interessanti, con un buon fondo. O almeno lo erano quando sono stati girati i video messi a disposizione dall’organizzazione.»


TAGS: Sebastien Ogier Citroen racing citroen c3 wrc plus esapekka lappi wrc 2019 WRC 2019 rally del Cile