Autore:
Andrea Minerva

UN PASSO VERSO LE GARE Prosegue l’avventura agonistica di Peugeot 308 Tcr, la vettura con la quale Peugeot Sport si appresta ad affrontare una delle categorie più in voga nel mondo delle gare turismo. Questa volta l’azione si sposta presso l’Autodromo “Enzo e Dino Ferrari”, sui saliscendi di una delle piste più impegnative nel panorama italiano, e non solo. Dopo aver svezzato la nuova Peugeot 308 Tcr, Max Arduini e il team vogliono approfittare di questa seconda sessione di prove per iniziare un lavoro ancora più raffinato dedicato all’assetto e alla gestione delle gomme, elementi che risulteranno a dir poco decisivi quando Peugeot 308 Tcr scenderà in pista per affrontare le prime gare. Non è un caso che in questa seconda puntata di “Vita dai box con Peugeot 308 Tcr” una parte del racconto sia affidata a Fabrizio Bardi, responsabile del team Erts Hankook, che ha il compito di spiegare la tipologia di lavoro per ottenere il massimo rendimento degli pneumatici. In questa puntata si parlerà poi anche di sicurezza e di quelli che sono i meccanismi, complessi e delicati, che regolano la gestione dell’attività in pista. A parlarne è Massimiliano Ghinassi, direttore di gara dell’autodromo di Imola, che dalla sala di controllo dell’impianto emiliano ha il compito di verificare il corretto svolgimento delle operazioni in pista, con una particolare e spiccata attenzione per l’incolumità dei piloti e degli addetti ai lavori.

OCCHIO ALLA TECNICA Non ci sono dubbi circa l’aggressività del look di Peugeot 308 Tcr, con aerodinamica Dtm, ma anche la sostanza non scherza e si rivela del tutto all’altezza. Il bolide della Casa del Leone, diretta discendente della 308 Gti, è dotata di un performante motore PureTech da 1,6 litri, che in effetti deriva da quello “stradale”. I cavalli sono 350. Il cambio è sequenziale con paddle al volante mentre l’impianto frenante sfrutta dischi da 370mm; le ruote sono da 18”, in quanto rispettose del regolamento, mentre il modello stradale utilizza quelle da 19”. La versione Tcr di Peugeot 308 è realizzata direttamente da Peugeot Sport che ne ha prodotto in totale sette esemplari, uno dei quali è appunto protagonista di “Vita dai box…”

IL FORMAT Raccontare e rendere visibile il dietro le quinte dei test, delle gare, dare spazio all’aspetto umano del pilota, fatto di emozioni e sensazioni forti, svelare i procedimenti tecnici che portano allo sviluppo di un’auto nata per correre in pista. E’ questo quanto si prefigge “Vita dai box con Peugeot 308 Tcr”, il format che seguirà l’evoluzione di questo progetto in chiave racing, dai primi passi fino all’impegno nelle gare vere e proprie della categoria turismo. Dopo il test al circuito “Enzo e Dino Ferrari di Imola”, nella prossima puntata il 5 volte campione italiano Max Arduini e Peugeot 308 Tcr si sposteranno al Circuito di Adria, per l’ultimo test prima dell’inizio delle gare.


TAGS: Peugeot Sport Italia Peugeot Sport campionato turismo nuova peugeot 308 GTi peugeot 308 tcr