Pubblicato il 04/06/20

NUOVO CALENDARIO Questo matrimonio, non s’ha da fare. Potremmo riassumere così la storia travagliata del campionato Dtm con l’Autodromo Nazionale di Monza in questo disgraziato 2020. Il circuito brianzolo avrebbe infatti dovuto ospitare i test precampionato e una delle doppie manche della stagione – originariamente prevista per il weekend del 28 giugno – prima che l’esplodere della pandemia costringesse gli organizzatori di tutti i campionati a rivedere i propri piani originari. La categoria turismo tedesca gestita da Gerhard Berger era stata tra le prime a comunicare un nuovo calendario con tanto di bel regalo per gli appassionati italiani che avrebbero assistito, a Monza, nel fine settimana del 15 novembre, al gran finale di stagione. Un sogno però naufragato con la seconda bozza di calendario pubblicata nelle scorse ore…

Come il coronavirus sta influenzando i campionati motoristici: il calendario dei rinvii/annullamenti

CENTRO EUROPA La stagione 2020 del Dtm partirà il 10 luglio con le prime prove libere dell’iconica cornice del Norisring, il circuito cittadino di Norimberga, per poi proseguire su altre piste tra Germania, Belgio e Olanda. Un calendario decisamente meno ambizioso rispetto a quello originario che avrebbe toccato numerosi Paesi europei, dall’italiana Monza alla svedese Anderstorp, dall’inglese Brands Hatch al nuovo autodromo russo di Igora Drive (nei pressi di San Pietroburgo). ITR, la società organizzatrice del campionato – che nel frattempo ha dovuto incassare l’addio di Audi a fine stagione che mette un grosso punto interrogativo sul futuro della serie – resta comunque in attesa delle autorizzazioni governative per i primi due round, con Spa-Francorchamps che l’1 e 2 agosto dovrebbe seguire la già citata tappa di Norimberga.

DTM 2019, tutto il gruppo sfila dopo la prima curva sul circuito del Nurburgring

NIENTE MONZA Si proseguirà poi al Lausitzring per un back-to-back con quattro gare previste tra il 16 e il 23 agosto e poi ancora ad Assen (Olanda), al Nurburgring – doppio weekend, il 13 e 20 settembre – con alternanza del layout GP e Sprint. In un calendario evidentemente votato alla riduzione degli spostamenti di meccanici, ingegneri e piloti, si procederà poi con il doppio round di Zolder (Belgio), l’11 e 18 ottobre, prima del gran finale previsto come da tradizione a Hockenheim (8 novembre). Non ci sarà dunque spazio per l’attesissimo e storico debutto nella “nostra” Monza, né a metà stagione come previsto inizialmente, né in chiusura. “Vogliamo ringraziare – ha spiegato Gerhard Berger a margine della presentazione del nuovo calendario – tutti i nostri fan per la pazienza mostrata nelle scorse settimane. Adesso siamo più che felici di presentare un programma revisionato ma che permetterà di vedere un bel po’ di azione in pista. È il risultato del grande lavoro, in condizioni molto speciali, di tutti i soggetti coinvolti. Si tratta di un calendario molto compatto che poi era esattamente quello a cui stavamo puntando”.

Vista aerea del circuito tedesco di Hockenheim

DTM 2020, IL NUOVO CALENDARIO POST-CORONAVIRUS

Round Data Paese Sede
1 10-12/07 Germania Norisring*
2 01-02/08 Belgio Spa-Francorchamps*
3 14-16/08 Germania Lausitzring
4 21-23/08 Germania Lausitzring
5 04-06/09 Paesi Bassi Assen
6 11-13/09 Germania Nurburgring GP
7 18-20/09 Germania Nurburgring Sprint
8 09-11/10 Belgio Zolder
9 16-18/10 Belgio Zolder
10 06-08/11 Germania Hockenheimring

*Evento soggetto ad approvazione delle autorità locali


TAGS: monza dtm gerhard berger Calendario DTM 2020