Pubblicato il 27/04/20

AUDI LASCIA IL DTM È quasi un fulmine a ciel sereno la notizia che l'Audi lascerà il DTM alla fine della stagione 2020. Il marchio di Ingolstadt ha diramato il comunicato nel tardo pomeriggio di lunedì 27 aprile annunciando la fine della sua lunga e trionfale presenza nel campionato che forse più di tutti l'identificava agli occhi dei fan. Alla fine della stagione ancora in sospeso a causa dei posticipi dovuti al Coronavirus, i quattro team che schieravano le Audi RS5 in forma ufficiale (Abt, Phoenix, Rosberg e WRT) abbandoneranno la serie lasciando la sola BMW sulla griglia di partenza. Si conclude dunque con 23 titoli conquistati la campagna dell'Audi nel DTM, con 114 vittorie che sono valse 11 titoli piloti dal 1990 al 1992 e dal 2000 ad oggi.

DTM 2019

PERSI TRE COSTRUTTORI IN TRE ANNI Se la notizia che la Mercedes si sarebbe fatta da parte alla fine della stagione 2018 aveva fatto il suo scalpore, non da meno sarà quella della rinuncia da parte dell'Audi a competere nella serie turismo tedesca negli anni a venire. Anche il marchio della stella aveva abbandonato dopo una lunga e vittoriosa presenza nella serie che in Germania gode di un grosso seguito e che, per diverse stagioni, aveva trovato proprio nell'accoppiata Audi-Mercedes gli unici due competitor a darsi battaglia in pista. L'arrivo dell'Aston Martin era stato ovviamente visto di buon occhio: con l'uscita del marchio tedesco il posto veniva occupato dal marchio inglese mantenendo così a tre i costruttori impegnati nel campionato. Quest'ultima, però, dopo una sola stagione di presenza ha deciso di abbassare le serrande ed il team R-Motorsort non ha rinnovato il suo impegno oltre la stagione 2019.

FOCUS SU GT E FORMULA E L'uscita dell'Audi è dovuta ad una diversa strategia pianificata dai vertici di Ingolstadt per il proprio reparto corse. Il gruppo Volkswagen, infatti, concentrerà i propri sforzi ed investimenti futuri sulla Formula E (in cui è presente da diverse stagioni supportando in forma ufficiale il team Abt, ndr) e sui programmi GT che vedono i team clienti schierare le vetture GT3 e GT4 in diversi campionati sia nazionali che internazionali in tutto il mondo.

LE PAROLE DELL'AD AUDI ''L'Audi ha dato molto al DTM e da questo ha ricevuto molto - ha commentato l'amministratore delegato di Audi, Markus Duesmann - questo dimostra la potenzialità del motorsport sia tecnologica che emozionale. Spinti da questa energia guardiamo ad un futuro sostenibile nella mobilità elettrica concentrando i nostri sforzi sulla tecnologia di domani. La Formula E offre una piattaforma molto attraente. Tuttavia stiamo sondando anche altri possibili contesti in cui dirottare i nostri sforzi in futuro''. 

gerhard berger

LA DELUSIONE DI BERGER ''Oggi è un giorno molto difficile per il motorsport in Germania ed in Europa - ha commentato l'ex pilota Gerhard Berger, a capo dell'ITR che organizza il campionato - rimpiango profondamente la scelta di Audi di ritirarsi dal DTM alla fine della stagione. Pur rispettando la decisione dei vertici di Ingolstadt, una notizia così repentina lascia poco margine all'ITR e alla BMW per pianificare le azioni future. In un periodo così difficile a causa dell'epidemia di Coronavirus che sta privando i fan dell'azione in pista, avremmo sperato in una maggiore unità e compattezza. Questa decisione peggiora la situazione. Mi auguro che l'Audi sappia rispettare i propri impegni e uscire dalla serie con responsabilità. Il mio impegno ora rimane focalizzato sul garantire un futuro al campionato e a tutte le persone che vi sono coinvolte anche se dovremo fronteggiare diverse sfide''.


TAGS: audi bmw dtm Berger