Pubblicato il 26/05/20

DEBUTTO VINCENTE Hanno vinto tutto quello che c’era da vincere in quattro anni dal debutto ufficiale in Formula E. Ds Automobiles ha conquistato già la prima vittoria nella stagione 2 della serie elettrica, all’esordio come partner del team Virgin Racing. Almeno un successo di tappa in ogni campionato prima che, dalla season 5, il brand premium del gruppo Psa irrompesse nella categoria full electric anche da costruttore – e, cioè, fornitore di powertrain – vero e proprio.

Formula E ePrix New York 2019, la festa di Vergne e Ds Techeetah

TRIONFO NEL 2019 La partnership con il team Techeetah, che nel frattempo aveva portato in trionfo Jean-Eric Vergne nella classifica piloti della quarta stagione, è stata decisamente proficua. E, dopo un inizio non certo semplicissimo, la scuderia franco-cinese è stata in grado di portare a casa entrambi i titoli costruttori e piloti (con Jev primo bicampione della storia della Formula E). Un’esperienza di successo che Ds porta con sé sulle strade attraverso i nuovi modelli della gamma elettrica E-Tense.

DS 7 Crossback E-Tense 4x4: il badge posteriore

IL SEGRETO È NEL SOFTWARE Ds – in testa anche a entrambe le classifiche Formula E prima che la pandemia obbligasse al lungo stop ancora in atto – ha infatti colto l’occasione offerta dalle corse per sviluppare al meglio la tecnologia per l’ibrido e l’elettrificazione dei propri modelli di serie. E se la batteria da 900 volt è stata una delle chiavi del successo in pista, il vero segreto è nel software – uno tra i migliori della categoria – che gestisce il motore e l’inverter. Elemento, questo, immancabile sulle DS3 e DS7 Crossback E-Tense o ibride plug-in, ma anche sulla nuova DS9 in arrivo. In attesa di ripartire con le gare, la tecnologia vincente della Formula E sulle strade di tutti i giorni.


TAGS: formula e ds automobiles ds techeetah Formula E 2019-2020