Formula E: tolti i veli a Venezia al Geox Dragon Racing
Formula E

Formula E, presentata la nuova Geox Dragon Racing


Avatar di Salvo Sardina , il 15/11/19

2 anni fa - Presentata a Venezia la monoposto Formula E del Geox Dragon Racing

Presentata a Venezia la monoposto Formula E del Geox Dragon Racing che nel 2019-20 sarà affidata a Brendon Hartley e Nico Mueller

ULTIMA ARRIVATA Adesso si può davvero dire che è tutto proprio per la sesta stagione di Formula E, al via nel weekend del 22 e 23 novembre sul tracciato cittadino di Ad Diriyah, in Arabia Saudita. È infatti arrivata oggi anche la dodicesima e ultima monoposto a completare la griglia di 22 vetture che scenderanno in pista a partire dal prossimo fine settimana: oggi a Venezia davanti del Ceo di Geox, Mario Moretti Polegato, sono caduti infatti i veli dalla nuova Geox Dragon Racing di Brendon Hartley e Nico Muller.

Formula E, presentazione Dragon Racing 2019-20 Formula E, presentazione Dragon Racing 2019-20

VEDI ANCHE



BIANCO E NERO La livrea della Penske EV-4 in realtà non si discosta tantissimo da quella già ammirata nella scorsa stagione. Il motivo principale rimane infatti quello dell’alternanza del bianco e del nero, incrociati a formare un’ideale X nera su fondo bianco, ben visibile dalla visuale aerea. Non manca però qualche inserto rosso nella zona dei sidepod, dei cerchi e del cofano motore a confermare una connotazione decisamente corsaiola.

Formula E, presentazione Dragon Racing 2019-20 Formula E, presentazione Dragon Racing 2019-20

NUOVI PILOTI La nuova monoposto del team fondato da Jay Penske, figlio del mitico Roger icona delle corse statunitensi e neo proprietario della IndyCar, va a caccia del riscatto dopo aver chiuso la scorsa stagione nei bassifondi della classifica. Per farlo si affida a due nomi noti dell’automobilismo mondiale, ancorché debuttanti della categoria elettrica: l’ex Toro Rosso F1, Brendon Hartley, e lo svizzero ex terzo pilota Audi, Nico Muller. L’obiettivo? Quello di affidarsi al talento dei propri piloti per tornare ai livelli dei primi anni in Formula E quando, con Loic Duval e Jerome D’Ambrosio, la scuderia statunitense riuscì a chiudere al secondo e poi al quarto posto della classifica costruttori.


Pubblicato da Salvo Sardina, 15/11/2019
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox