Pubblicato il 28/09/20

EMISSIONI ZERO È in occasione della Climate Week di New York che la Formula E ha ottenuto l’importante riconoscimento di categoria a zero emissioni di CO2. Un riconoscimento importante per una serie strutturalmente impegnata, sin dalla nascita, nelle tematiche della tutela dell’ambiente. Obiettivo zero emissioni sposato anche da DS Automobiles, che nelle ultime due stagioni ha portato a casa due titoli piloti e costruttori consecutivi insieme al team cinese Techeetah.

Formula E ePrix Berlino 2020: la festa DS Techeetah per il titolo piloti e costruttori

OBIETTIVI AMBIZIOSI Dall’eccellenza in pista, certificata dal dominio praticamente incontrastato nel gran finale di stagione dei sei ePrix di Berlino, alla vita di tutti i giorni, la casa francese punta forte sull’elettrificazione con la proposta dell’intera gamma in versione zero emissioni full electric, ma anche con modelli ibridi plug-in. L’obiettivo, proprio sulla scorta del risultato raggiunto dalla Formula E, è però ambizioso: quello di eliminare le motorizzazioni non elettrificate entro il 2025 cercando di dare il proprio contributo alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica, compensando quelle ritenute inevitabili.

DS Crossback E-TENSE

PROSSIMA STAGIONE Traguardi certamente ambiziosi che però hanno le proprie fondamenta nei successi dell’esperienza nella categoria elettrica. Il campionato ripartirà nel prossimo gennaio da Santiago, con ben 14 appuntamenti (di cui uno ancora da annunciare) in programma. Confermatissimo lo squadrone DS Techeetah, con il campione uscente Antonio Felix Da Costa che dovrà innanzitutto guardarsi le spalle dagli attacchi del compagno, due volte vincitore Formula E, Jean-Eric Vergne.


TAGS: formula e ds techeetah Formula E 2019-2020 Jean-Eric Vergne Antonio Felix Da Costa