FUGA IRIDATA Jonathan Rea vince gara-1 a Laguna Seca e ora è in fuga nel mondiale, un campionato che dopo le prime 11 gare sembrava un affare esclusivo di Alvaro Bautista, occupante di tutti e 11 i primi gradini del podio dell'avvio di stagione. Se andiamo a vedere invece le ultime gare contiamo cinque vittorie consecutive per Jonathan Rea contro quattro cadute di fila per Bautista. Se ci aggiungiamo che quando lo spagnolo vinceva, il britannico con le unghie e con i denti raccoglieva quasi altrettanti secondi posti (10 e un terzo posto) capiamo bene come abbia fatto il quattro volte iridato Superbike a ribaltare sin qui l'esito di questo campionato.

SUPERPOLE Tenacia, grinta ma soprattutto costanza. Grazie a queste tre caratteristiche oggi Rea può festeggiare la vetta solitaria della classifica e i 49 punti di vantaggio sul primo dei rivali. E dire che questa gara la si attendeva molto più equilibrata. La superpole infatti era stata comunque appannaggio di Rea, che con la sua Kawasaki aveva preceduto di un nulla, appena 9 millesimi, Chaz Davies, compagno di Bautista in Ducati, e per meno di due decimi lo stesso spagnolo. Sykese e Haslam, con cinque secondi di margine, partivano in seconda fila assieme al bravo Jordi Torres, mentre in terza fila si sono qualificati Razgatlioglu, Lowes e Baz, quest'ultimo protagonista anche di una spettacolare caduta al Cavatappi.

DOMINIO REA Al via della gara Rea ha subito preso la testa, con le due Ducati in scia per i primi giri. Al quarto passaggio però, ecco l'ennesimo errore di Bautista, che cade e riparte dalle retrovie, e così Rea può alzare il ritmo e fiaccare anche la resistenza di Davies. Il calo del britannico della Ducati è dovuto alla scelta estrema di montare la SCX, in pratica la gomma da tempo per la superpole, alla posteriore. Anche Tom Sykes ha optato per la medesima scelta sulla sua BMW, completando la gara in quarta piazza, preceduto dal sempre più costante turco Toprak Razgatlioglu. Quinto ha concluso Alex Lowes, con Jordi Torres che ha confermato la posizione di partenza giungendo sesto, davanti a un buon Van der Mark, risalito dalla 15° alla 7° piazza.

ITALIANI Gli italiani non stanno sin qui eccellendo nel round americano. Marco Melandri dopo la pessima qualifica, solamente 17°, è risalito fino alla nona posizione, chiudendo davanti a Michael Ruben Rinaldi. 13° Alessandro Delbianco. Domani nella serata italiana, sarà il turno della superpole race e di gara-2 e per Alvaro Bautista (17° alla fine, essendosi rialzato dopo la caduta, con la bella livrea celebrativa dei 25 anni Ducati in Superbike) sono già due gare da ultima spiaggia, per non lasciare andare Rea in vacanza con oltre cinquanta punti di vantaggio.

Risultati Gara-1, Round Stati Uniti, Laguna Seca 2019

Pos. Pilota Moto Tempo
1 J. REA Kawasaki ZX-10RR 35'06.671
2 C. DAVIES Ducati Panigale V4 R +5.693
3 T. RAZGATLIOGLU Kawasaki ZX-10RR +12.721
4 T. SYKES BMW S1000 RR +14.957
5 A. LOWES Yamaha YZF R1 +20.621
6 J. TORRES Kawasaki ZX-10RR +23.087
7 M. VAN DER MARK Yamaha YZF R1 +26.491
8 L. BAZ Yamaha YZF R1 +30.605
9 M. MELANDRI Yamaha YZF R1 +32.556
10 M. RINALDI Ducati Panigale V4 R +44.432
11 E. LAVERTY Ducati Panigale V4 R +46.792
12 L. MERCADO Kawasaki ZX-10RR +47.091
13 A. DELBIANCO Honda CBR1000RR +51.830
14 S. CORTESE Yamaha YZF R1 +53.661
15 M. REITERBERGER BMW S1000 RR +1'00.235
16 R. KIYONARI Honda CBR1000RR +1'10.076
17 A. BAUTISTA Ducati Panigale V4 R +1 giro
  Non classificati    
RIT J. BEACH Yamaha YZF R1 +13 giri
RIT L. HASLAM Kawasaki ZX-10RR +22 giri

Risultati Superpole, Round Stati Uniti, Laguna Seca 2019

Pos. Pilota Moto Tempo Distacco Giri
1 J.  REA Kawasaki ZX-10RR 1'21.876   13
2 C. DAVIES Ducati Panigale V4 R 1'21.885 +0.009 14
3 A. BAUTISTA Ducati Panigale V4 R 1'22.048 +0.172 15
4 T.  SYKES BMW S1000 RR 1'22.444 +0.568 12
5 L.  HASLAM Kawasaki ZX-10RR 1'22.449 +0.573 12
6 J.  TORRES Kawasaki ZX-10RR 1'22.743 +0.867 14
7 T.  RAZGATLIOGLU Kawasaki ZX-10RR 1'22.875 +0.999 14
8 A. LOWES Yamaha YZF R1 1'23.076 +1.200 12
9 L.  BAZ Yamaha YZF R1 1'23.185 +1.309 6
10 E. LAVERTY Ducati Panigale V4 R 1'23.232 +1.356 11
11 M. REITERBERGER BMW S1000 RR 1'23.454 +1.578 15
12 L.  MERCADO Kawasaki ZX-10RR 1'23.519 +1.643 15
13 S. CORTESE Yamaha YZF R1 1'23.562 +1.686 13
14 M. RINALDI Ducati Panigale V4 R 1'23.740 +1.864 11
15 M. VAN DER MARK Yamaha YZF R1 1'23.904 +2.028 5
16 J.  BEACH Yamaha YZF R1 1'24.152 +2.276 13
17 M. MELANDRI Yamaha YZF R1 1'24.478 +2.602 12
18 A. DELBIANCO Honda CBR1000RR 1'24.479 +2.603 13
19 R. KIYONARI Honda CBR1000RR 1'24.701 +2.825 15

Risultati prove libere 3, Round Stati Uniti, Laguna Seca 2019

Pos. Pilota Moto Tempo Distacco Giri
1 J.  REA Kawasaki ZX-10RR 1'23.089   12
2 C. DAVIES Ducati Panigale V4 R 1'23.460 +0.371 11
3 A. BAUTISTA Ducati Panigale V4 R 1'23.478 +0.389 8
4 T.  RAZGATLIOGLU Kawasaki ZX-10RR 1'23.503 +0.414 8
5 A. LOWES Yamaha YZF R1 1'23.620 +0.531 14
6 L.  HASLAM Kawasaki ZX-10RR 1'23.714 +0.625 11
7 J.  TORRES Kawasaki ZX-10RR 1'23.780 +0.691 14
8 L.  BAZ Yamaha YZF R1 1'23.921 +0.832 12
9 T.  SYKES BMW S1000 RR 1'23.966 +0.877 9
10 L.  MERCADO Kawasaki ZX-10RR 1'24.188 +1.099 13
11 S. CORTESE Yamaha YZF R1 1'24.301 +1.212 10
12 M. REITERBERGER BMW S1000 RR 1'24.398 +1.309 14
13 M. MELANDRI Yamaha YZF R1 1'24.399 +1.310 14
14 M. VAN DER MARK Yamaha YZF R1 1'24.415 +1.326 11
15 E. LAVERTY Ducati Panigale V4 R 1'24.733 +1.644 10
16 J.  BEACH Yamaha YZF R1 1'24.792 +1.703 11
17 M. RINALDI Ducati Panigale V4 R 1'24.901 +1.812 11
18 A. DELBIANCO Honda CBR1000RR 1'25.140 +2.051 12
19 R. KIYONARI Honda CBR1000RR 1'26.263 +3.174 14

TAGS: laguna seca chaz davies alvaro bautista jonathan rea WSBK 2019 WorldSBK 2019