TETTO ALLE SPESE L'idea di introdurre un budget cap di 175 milioni di dollari (oltre 150 milioni di euro) a partire dalla stagione 2021, con l'intenzione di limitare le spese dei top team per evitarne lo strapotere visto negli ultimi campionati, non convince Jacques Villeneuve. Il campione del mondo di F1 del 1997 sottolinea le criticità di questa regola e attacca, ancora una volta, il suo ex team con cui vinse il titolo, ossia la Williams.

CONCETTO SBAGLIATO "Qual è l'idea di aiutare i più piccoli che non lo meritano? - ha esordito Villeneuve in un'intervista al quotidiano Journal de Montreal - Un'organizzazione come la Williams ha il diritto di andare veloce come la Mercedes o la Ferrari? La risposta è no, ovviamente. Per me è puro socialismo. La F1 merita di meglio. Questa situazione consentirà alle squadre più povere di continuare ad assumere piloti che pagarno per il loro sedile". L'affondo sul team di Grove è poi proseguito: "Francamente, nel modo in cui lavorano ormai da alcuni anni, non fanno parte della stessa categoria delle altre squadre".

F1 GP Austria 2019, Spielberg: Robert Kubica (Williams) e Lewis Hamilton (Mercedes)

REGOLA POCO UTILE E RAGGIRABILE Se l'idea alla base del budget cap non convince Villeneuve, neppure il modo in cui è stato definito trova il suo consenso: "Solo le prime tre squadre spenderanno 175 milioni di dollari - ha sottolineato riferendosi a quanto speso dalle scuderie nelle ultime stagioni - Il resto del gruppo non raggiungerà quel massimale". Oltre a imporre un limite troppo alto per la maggior parte delle scuderie, secondo Villeneuve l'effetto del budget cap verrà raggirato il prossimo anno, investendo grandi risorse sul progetto 2021: "Mercedes, Ferrari e Red Bull potrebbero spendere un miliardo nel 2020 per prepararsi all'anno successivo".

WILLIAMS NEL MIRINO Villeneuve, ricordando come la Williams abbia registrato bilanci in positivo negli ultimi anni nonostante il crollo dei risultati in pista, ha poi dichiarato che la scuderia fondata da sir Frank potrebbe approfittare della nuova regola per aumentare i guadagni, senza migliorare nelle prestazioni: "L'anno scorso la Williams ha messo in tasca circa 16 milioni di dollari occupando l'ultima posizione. Il management della squadra è felice e così anche i suoi azionisti. Se riescono a guadagnare ancora di più, saranno ancora più felici. Se, diciamo, venisse imposto un limite di 50 milioni di dollari, la Williams ne spenderebbe solo 20 per continuare a rimanere in fondo alla griglia. Tutto ciò significa che questa iniziativa è uno scherzo. Nessuno ne esce vincitore".


TAGS: williams ferrari mercedes villeneuve formula 1 f1 kubica Russell Budget cap