Pubblicato il 12/05/20

UN MATRIMONIO IN CIFRE Giunto alla Ferrari al termine del 2014, il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel ha provato a realizzare ciò che il suo predecessore Fernando Alonso aveva solo sfiorato negli anni precedenti: riportare il titolo iridato a Maranello. Rispetto allo spagnolo, l'ex pilota della Red Bull non è mai arrivato a giocarsi le sue chance all'ultima gara dell'anno, pur accarezzando il sogno di farcela nel biennio 2017-2018, stagioni nelle quali Vettel è stato a lungo in testa alla classifica generale, prima di veder svanire le proprie ambizioni in autunno. Le sue statistiche con il Cavallino Rampante riflettono questo andamento: numeri eccellenti, ma mai accumulati con quella costanza necessaria per battere la corazzata formata da Lewis Hamilton e la Mercedes. Vediamo queste cifre in sequenza, partendo dalla più alta per terminare con la più bassa e, purtroppo, dolorosa.

Sebastian Vettel 2018

1367 PUNTI In cinque stagioni fin qui disputate con la Ferrari, Vettel ha conquistato più punti di qualsiasi altro pilota nella storia del Cavallino Rampante. Un dato condizionato dal maggior numero di gran premi stagionali rispetto al passato e, soprattutto, dal diverso metodo di punteggio adottato dalla F1 a partire dal 2010, con 25 punti al vincitore. Il record di punti in un singolo campionato è del 2018 con 320, tre in più del 2017 quando però si corse una gara in meno.

102 GP Vettel è entrato nella ristretta cerchia di piloti che hanno disputato oltre 100 gran premi con la Ferrari, un privilegio condiviso solo con Michael Schumacher, Kimi Raikkonen, Felipe Massa e Rubens Barrichello.

54 PODI Oltre la metà dei gran premi disputati da Vettel con la Ferrari si sono conclusi con un piazzamento tra i primi 3. Sono stati 21 i secondi posti e 19 i terzi. Per la voce più importante... ci risentiamo qui sotto.

14 VITTORIE Con il successo dello scorso anno a Singapore, Vettel ha staccato Alberto Ascari al terzo posto nella classifica dei piloti più vittoriosi con il Cavallino Rampante. L'obiettivo per la stagione 2020, quando mai si riuscirà a partire, sarà quello di raggiungere e magari superare al secondo posto Niki Lauda, fermo a 15 successi (ma con due titoli iridati). Il 2017 è stato l'anno più proficuo, con ben 5 vittorie, mentre solo nel 2016 Vettel non ha festeggiato nessun trionfo.

F1 GP Singapore 2019, Marina Bay, Sebastian Vettel (Ferrari)

2 TITOLI DI VICECAMPIONE Nel già citato biennio 2017-2018, Vettel si è laureato vicecampione del mondo alle spalle di Lewis Hamilton. Il peggior piazzamento finale è stato il quinto posto dello scorso anno.

0 TITOLI IRIDATI L'ultima è la voce statistica più dolorosa per Vettel e per i tifosi della Ferrari: il tedesco non è riuscito a coronare il suo sogno di vincere un titolo iridato con il Cavallino Rampante, ponendo fine a un'astinenza che, per quanto riguarda il campionato Piloti, a Maranello dura ormai dal lontano 2007. Per Vettel, dominatore del Circus tra il 2010 e il 2013 con la Red Bull, avrebbe rappresentato la consacrazione nell'Olimpo della F1. Resta, forse, il 2020 per cercare di realizzare questa impresa, ma mai come quest'anno le chance della Rossa e del suo pilota tedesco sembrano ridotte al lumicino dopo quanto visto nei test invernali.


TAGS: ferrari vettel f1