Pubblicato il 28/02/2020 ore 15:05

ULTIMI SCAMPOLI DI TEST Prima di salire sulla RB16 per l'ultimo pomeriggio di test, Max Verstappen ha incontrato i giornalisti qui al Circuit de Catalunya, assieme al team principal Chris Horner. L'olandese è soddisfatto delle prove effettuate dalla Red Bull e dalle risposte ottenute dalla sua monoposto.

MONOPOSTO MIGLIORATA Verstappen ha sottolineato i progressi della RB16: ''Senza dubbio vogliamo migliorare sotto ogni aspetto e, fino a questo momento, ho un buon feeling. Non è sorprendente che la macchina sia migliorata dall’anno passato, era il nostro obiettivo. Non stiamo cercando il tempo sul giro. Riguardo Honda non riesco ad essere così preciso, ma senza dubbio si tratta di un passo in avanti. Ho percorso anche 168 giri in un giorno: è stata una giornata lunga, ma era il primo giorno, quindi non mi è dispiaciuto passare molto tempo in macchina. A un certo punto ho sentito dolore al collo, ma è normale per il primo giorno. Molto meglio stare in pista che al box con problemi alla macchina!''.

TEST NON INDICATIVI In queste prove, Verstappen è stato protagonista di alcuni testacoda. Il 22enne ha risposto così all'inevitabile domanda sui suoi errori: ''Sapevo che sarei dovuto venire in conferenza stampa e quindi, per avere qualcosa di cui parlare, ho fatto qualche testacoda - ha scherzato - È qualcosa di normale, che capita nei test. Vogliamo capire quello che è il limite della nostra macchina''. Sui valori in campo, il pilota della Red Bull non si è sbilanciato: ''Questa è la sesta volta che partecipo ai test e queste prove non dicono niente rispetto ai tempi sul giro. Melbourne è una pista particolare e preferisco aspettare cosa succede nelle prime gare per poter capire le forze in campo. La cosa importante è provare molte cose diverse per capire cosa funziona la fine di rendere la nostra macchina più veloce''.

F1 Testing: Max Verstappen e Chirs Horner (Red Bull)

BILANCIO POSITIVO Anche Horner ha tracciato un bilancio positivo dei test della Red Bull: ''Gli ultimi giorni sono stati utili per mettere a punto le ultime cose, ma siamo abbastanza soddisfatti. E' sempre pericoloso provare a trarre delle conclusioni dopo i test. Ferrari non ha brillato nelle ultime giornate di test, ma sarebbe da stolti sottovalutarli e vedremo dove saranno a Melbourne. Mercedes vince da 6 anni e sono ancora i favoriti e qui sono stati molto forti. Tutti i team preferiscono avere problemi nei test piuttosto che in campionato. I test invernali, alle volte, possono essere difficili da interpretare ma presumo che saranno sempre i soliti team a lottare per le vittorie''.

HONDA & AMBIZIONI Infine, Horner non ha nascosto le ambizioni della scuderia da lui guidata, sottolineando l'ottima partnership con Honda: ''Abbiamo un team molto forte, una grande coppia di piloti e il nostro partner Honda è molto preparato. Poter lavorare con loro da due anni ci dà un grande vantaggio rispetto all’anno scorso. Negli ultimi anni ci è sempre mancato qualcosa, ma il rapporto con Honda migliora ogni giorno, abbiamo vinto 3 gare e ottenuto alcune pole. Ora possiamo dare continuità al progetto e siamo riusciti ad integrare in modo migliore telaio e motore. Senza dubbio le nostre aspettative sono cresciute e i nostri obiettivi sono molto alti. Questa è la nostra sfida. Abbiamo pregi e difetti, ma sarà una vera sfida''.


TAGS: red bull f1 verstappen horner F1 testing