Verstappen non è solo: tutti i contratti validi oltre il 2023
Formula 1

Non solo Verstappen: gli altri piloti con accordi validi oltre il 2023


Avatar di Luca Manacorda , il 03/03/22

2 mesi fa - L'olandese non è l'unico pilota ad avere un contratto a lungo termine

L'olandese non è l'unico pilota ad avere un futuro garantito a lungo termine con la sua attuale scuderia

RINNOVO DA RECORD La Red Bull si è garantita - con un notevole esborso economico - le prestazioni di Max Verstappen fino al 2028, con un rinnovo quinquennale dell'attuale contratto piuttosto raro in F1. Ci sono altri piloti che hanno da poco firmato dei rinnovi che stabiliscono il loro futuro per un discreto numero di anni, anche se nessuno si avvicina alla lunghezza dell'accordo siglato dall'olandese. Vediamo la situazione dei 10 team e dei 20 piloti della griglia di partenza della F1 2022 in vista dei prossimi anni.

CHI GUARDA LONTANO Tra le scuderie con i piani più definiti troviamo la Mercedes. Il silenzio della sosta invernale che aveva alimentato qualche dubbio sul futuro di Lewis Hamilton si è interrotto e il britannico è pronto a onorare l'attuale accordo valido fino alla fine del 2023. Accanto a lui, il prodotto del vivaio George Russell rappresenta la certezza per gli anni a venire e, dopo la promozione dalla Williams, ha tra le mani un accordo pluriennale di durata non comunicata che gli lascia dormire sonni tranquilli. Altro team che non cambierà coppia di piloti nel breve termine è la McLaren. La scuderia di Woking ha appena prolungato il contratto di Lando Norris fino al 2025, mentre Daniel Ricciardo è all'interno di un accordo valido fino al termine del 2023. 

F1: Daniel Ricciardo e Lando Norris (McLaren) F1: Daniel Ricciardo e Lando Norris (McLaren)

VEDI ANCHE


CHI HA UNA CERTEZZA Ci sono poi scuderie che sono legate ad almeno un pilota con contratti di lunga durata. Tra queste, oltre ovviamente alla Red Bull, c'è la Ferrari. La scuderia di Maranello a fine 2019 si è mossa in anticipo, allungando il contratto di Charles Leclerc fino al 2024, in pratica come quanto fatto dal team austriaco con Verstappen. Carlos Sainz è in scadenza a fine 2022, ma sulla scia delle ottime prestazioni viste nel 2021 per lui è molto probabile l'arrivo di un nuovo contratto. In casa Alpine si è scommesso forte su Esteban Ocon, che lo scorso anno ha firmato un nuovo contratto fino al 2024. Fernando Alonso è in scadenza al termine del 2022 e, se non nasceranno tensioni legate magari a risultati deludenti, è probabile anche per lui il rinnovo con il team francese. Situazione analoga, seppur in un contesto diverso, per l'Aston Martin: di fatto Lance Stroll non ha neppure bisogno di firmare un contratto con un termine per gareggiare nella scuderia di proprietà del padre. Infine, in casa Alfa Romeo c'è il neo arrivato Valtteri Bottas che ha in mano un contratto pluriennale.

LE INCOGNITE Situazione tutta da definire a fine anno invece per AlphaTauri, Williams e Haas. La scuderia di Faenza, come sempre, dipende dalle scelte della Red Bull. Pierre Gasly potrebbe convincere Helmut Marko di meritarsi una seconda chance prendendo il posto di Sergio Perez, mentre Yuki Tsunoda dovrà cercare di ottenere la conferma dopo aver rischiato grosso in un primo anno con qualche alto e molti bassi. La Williams non può legarsi con contratti pluriennali ad Alex Albon, altro pilota del vivaio Red Bull da cui dipende il suo futuro, mentre con Nicholas Latifi si potrebbe arrivare a un prolungamento fortemente suggerito dagli sponsor portati dal canadese. Infine la Haas: Mick Schumacher è in prestito dal vivaio Ferrari che dovrà decidere il suo futuro, mentre Nikita Mazepin è in scadenza di contratto ma, dopo i recenti avvenimenti legati all'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, potrebbe vedersi interrompere prematuramente l'esperienza in F1.


Pubblicato da Luca Manacorda, 03/03/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox