Autore:
Simone Valtieri

LA NOTIZIA ERA NELL'ARIA Ne parlavamo proprio stamattina sulle pagine di MotorBox.com e in men che non si dica la Sauber ha ufficializzato l'ingaggio di Antonio Giovinazzi per la stagione 2019. Il giovane pilota di Martina Franca (Taranto), 24 anni e con due GP all'attivo in Formula 1 nel 2017, sarà pilota ufficiale per la scuderia elvetica al fianco di Kimi Raikkonen, sulla monoposto che anche il prossimo anno sarà spinta da power unit Ferrari.

TORNA L'ITALIA L'approdo di Giovinazzi in Formula 1 pone fine a un digiuno di 8 anni per l'Italia nel massimo campionato. A parte le due gare corse a inizio 2017 in sostituzione dell'infortunato Pascal Wehrlein, proprio sulla Sauber peraltro, era dal 2011 che non vi erano piloti tricolori nella categoria regina. Allora erano Jarno Trulli e Vitantonio Liuzzi, uno pescarese l'altro pugliese di Locorotondo, comune in provincia di Bari distante appena 7 km da Martina Franca, dove il 14 dicembre 1993 nasceva Antonio Giovinazzi.

PALMARES ED ESPERIENZE Vicecampione della classe GP2 (L'attuale Formula 2) nel 2016, Antonio Giovinazzi è dal 2017 tester Ferrari. Sotto l'effige dell'Academy del Cavallino ha disputato oltre ai due GP in Formula 1 (Il primo terminato a ridosso della top ten in Australia, dove fu dodicesimo, il secondo concluso anzitempo con un incidente sotto la pioggia dopo due giri di gara in Cina) molti test, sia con la rossa (l'ultimo in Ungheria quest'estate, quando chiuse con il miglior tempo e il record della pista la prima giornata di lavoro) che con la Sauber. Giovinazzi ha inoltre preso parte a sette sessioni di prove libere con la Haas nel 2017 e a due con la Sauber quest'anno, in Gran Bretagna e Ungheria, in attesa di scendere in pista nuovamente questo venerdì a Sochi.

REGIA FERRARI Dietro al passaggio di Giovinazzi in Sauber c'è, ovviamente, la Ferrari, che con Marchionne scommise forte sul talento pugliese sin da subito, inserendolo nell'Academy e avviandolo a un processo che lo porterà, maturo e pronto, a gareggiare il prossimo anno per tutto il campionato. La reazione del pilota italiano è, ovviamente, entusiastica: "È un sogno che dinveta realtà, è un grande piacere avere la possibilità di correre per la Sauber-Alfa Romeo. Come italiano è un grande onore per me rappresentare un marchio di successo come l'Alfa Romeo nel nostro sport. Ringrazio la Ferrari e l'Alfa Romeo Sauber per avermi dato questa grande opportunità, sono molto motivato e non vedo l'ora di iniziare a lavorare per ottenere grandi risultati insieme".

RIVOLUZIONE SVIZZERA Così nel 2019 la Sauber rivoluzionerà il suo lineup. Dalla coppia formata dall'ormai esperto Marcus Ericsson e il giovane rampante Charles Leclerc, si passerà a quella formata dall'ancor più esperto Kimi Raikkonen e dal giovane maturo Antonio Giovinazzi. A commentare questa scelta ci ha pensato Frédéric Vasseur, team principal della scuderia svizzera: "Come piloti per la stagione 2019 abbiamo preso inizialmente Kimi Raikkonen, un pilota estremamente esperto che contribuirà allo sviluppo della nostra vettura e ora diamo il benvenuto ad Antonio Giovinazzi, che prenderà il posto di Charles Leclerc: abbiamo già avuto l'opportunità di lavorare con lui in passato e ha dimostrato di avere un grande potenziale".


TAGS: ferrari sauber formula 1 kimi raikkonen antonio giovinazzi f1 2019 Giovinazzi Sauber