Autore:
Simone Valtieri

SILLY SEASON AGLI SGOCCIOLI La lineup del campionato di Formula 1 2019 sta prendendo forma. Con la notizia di ieri dell'approdo di Charles Leclerc in Ferrari e del clamoroso ritorno di Kimi Raikkonen in Sauber, dove iniziò la sua carriera in Formula 1 nel lontano 2001, i tasselli più importanti hanno preso posto. Restano da sciogliere alcuni nodi e da capire il futuro di una serie di piloti, alcuni anche molto promettenti. Ma andiamo in ordine e partiamo da ciò che si sa già.

GASLY E LECLERC TRA I BIG I tre top team sono a posto, e il fatto che la Red Bull abbia ingaggiato Pierre Gasly e la Ferrari Charles Leclerc ci fa pensare che nel 2019 troveremo costantemente nella top ten i nomi di questi due giovani talenti, che già quest'anno hanno fatto vedere cose mirabili con Toro Rosso e Sauber. I due avranno compagni di squadra scomodi in Verstappen e Vettel, e dovranno dimostrare di essere all'altezza degli uscenti Ricciardo (in Renault) e Raikkonen (in Sauber). In Mercedes tutto resta com'è, con Hamilton e Bottas che sono stati entrambi confermati a stretto giro l'uno dall'altro nel weekend dello scorso Gran Premio di Gran Bretagna. Infine la McLaren, dove approderanno Carlos Sainz in sostituzione del veterano Fernando Alonso, che mira all'Indycar, e il giovanissimo Lando Norris al posto di uno Stoffel Vandoorne sottotono nel 2018.

SPERANZA GIOVINAZZI Restano perciò, a conti fatti, nove sedili da assegnare ufficialmente. Per il secondo posto in Sauber la battaglia è tutta interna, tra Marcus Ericsson, sarebbe per lui la quinta stagione nel team brandizzato Alfa Romeo, e Antonio Giovinazzi, spinto dalla Ferrari verso un volante a Hinwil, dopo il no della Haas. Proprio in quest'ultima, si va verso la riconferma in blocco del duo che sta guidando la monoposto americana in questo campionato. Dopo l'avvio stentato infatti, Romain Grosjean sembra aver trovato il bandolo della matassa, mentre Kevin Magnussen si mantiene su ottimi livelli. I due sono stati quasi riconfermati dalle parole del team principal Gunther Steiner, che ha spiegato come ci sono delle opzioni ma che il mercato non è argomento da perderci il sonno, perché due buoni piloti, in Haas, li hanno già.

VANDOORNE E OCON A CASA? Per gli altri sei posti i giochi sono ancora da fare. In Toro Rosso c'è da capire se i giovani del vivaio sono già pronti per il salto (Dall'indonesiano Sean Gelael al britannico Dan Ticktum, il più promettente, che corre ancora in Formula 3), se confermare il neozelandese Brandon Hartley o se buttarsi sui giovani più promettenti della F2, provando a strappare per esempio George Russell alla Mercedes, o a ripescare i loro ex talentini Albon e Sette Camara. In Williams dovrebbe esserci la conferma di Sergej Sirotkin, con Lance Stroll che potrebbe rimanere un altro anno, oppure accasarsi nella Force India (O come si chiamerà il prossimo anno la scuderia di cui il padre è ora azionista di maggioranza), al posto probabilmente di Esteban Ocon. Verrebbe perciò confermato il messicano Perez (con anche tanti soldi dallo sponsor in dote) mentre per il secondo sedile Williams un nome potrebbe essere quello di Nikita Mazepin, in un team tutto russo. In questo scenario non troverebbero posto né Ocon né  Vandoorne, due dei talenti più grandi degli ultimi anni. Sarebbe un delitto uscissero dalla Formula 1, a meno che quel vecchio volpone di Helmuth Marko, talent scout della famiglia Red Bull, in tempi di magra per il proprio vivaio non stesse facendo un pensierino ad accaparrarsi il loro cartellino...

LA GRIGLIA DELLA FORMULA 1 2019

Team Motore Piloti
Mercedes Mercedes LEWIS HAMILTON
VALTTERI BOTTAS
Ferrari Ferrari SEBASTIAN VETTEL
CHARLES LECLERC*
Red Bull Honda MAX VERSTAPPEN
PIERRE GASLY*
McLaren  Renault CARLOS SAINZ*
LANDO NORRIS*
Renault Renault DANIEL RICCIARDO*
NICO HULKENBERG
Force India Mercedes Sergio Perez
TBA
Haas Ferrari Romain Grosjean
Kevin Magnussen
Sauber Ferrari KIMI RAIKKONEN*
TBA
Toro Rosso Honda TBA
TBA
Williams Mercedes Sergej Sirotkin
TBA


*Nuovo arrivo
In minuscolo i piloti verso la riconferma


TAGS: ferrari f1 2019 mercato formula 1 Leclerc Ferrari Raikkonen Sauber Raikkonen Leclerc