Pubblicato il 11/09/20

WEEKEND SPECIALE La Ferrari si appresta a tagliare lo storico traguardo dei 1000 gran premi in F1, una cifra tonda da festeggiare sul circuito del Mugello in questo fine settimana. Alla vigilia di questo appuntamento così importante per il Cavallino Rampante, si torna a parlare delle condizioni di salute del suo pilota più vincente, ovviamente Michael Schumacher. Il tedesco, che ha riportato gravi conseguenze a seguito di un incidente sugli sci avvenuto nel dicembre del 2013, è confinato nella sua casa svizzera, circondato dall'affetto della propria famiglia. Ed è proprio lì, sulle sponde del lago di Ginevra, che ha ricevuto la recente visita di Jean Todt.

F1 Finali mondiali Ferrari 2006: Luca Cordero di Montezemolo con Michael Schumacher e Jean Todt

UN LOTTATORE Il presidente della FIA, nonché team principal della Ferrari negli anni dei successi di Schumacher, ha dichiarato all'agenzia di stampa PA: ''Ho visto Michael la scorsa settimana. Sta lottando. Mio Dio, sappiamo che ha avuto un terribile e sfortunato incidente sugli sci che gli ha causato molti problemi, ma ha una moglie fantastica accanto, ha i suoi figli, le sue infermiere e possiamo solo augurargli il meglio. Tutto quello che posso fare è stargli vicino finché sarò in grado di fare qualcosa. Ed è quello che farò''.

QUEI RECORD A RISCHIO Di Schumacher si è parlato molto la scorsa settimana, dopo che il figlio Mick ha vinto a Monza la gara del sabato della F2, riportando quel cognome che ha fatto storia sul podio più amato dai tifosi della Ferrari. Il weekend del GP Italia ha regalato anche la sorprendente vittoria di Pierre Gasly in una gara che sembrava saldamente nelle mani di Lewis Hamilton. Il pilota della Mercedes non potrà così raggiungere il record di 91 successi in F1 detenuto da Schumacher nell'appuntamento di questo fine settimana sulla pista di proprietà del team di Maranello. Per il britannico è però questione di settimane, come è quasi certo che a fine anno raggiungerà il Kaiser a quota sette titoli mondiali. Todt ha parlato dei numeri impressionanti che Hamilton sta raggiungendo: ''Lewis batterà tutti i record di Michael, semplicemente perché è un pilota di grande talento. È motivato e guida per la squadra migliore. Ha la macchina migliore, il motore migliore, quindi tutti gli ingredienti ci sono''.

F1 GP Italia 2020, Monza: Lewis Hamilton (Mercedes Amg F1) festeggia la pole position

IL CONFRONTO CON HAMILTON Parlando del confronto tra Hamilton e Schumacher, Todt ha aggiunto: ''Pensavamo che quei record sarebbero stati molto difficili da battere, ma una lunga stabilità nei regolamenti li ha aiutati. Un pilota lo conosco molto bene, l'altro più superficialmente. Chiaramente entrambi sono completamente diversi, ma hanno una passione comune, professionalità, condizione fisica, talento ed è questo ciò che li rende eccezionali''.


TAGS: todt schumacher f1