Test Pirelli, 523 giri per McLaren, Ferrari e Mercedes
F1 2021

Test Pirelli 18": a Budapest 523 giri per McLaren, Ferrari e Mercedes (con Russell)


Avatar di Salvo Sardina , il 04/08/21

1 mese fa - Ultimi due giorni di attività prima delle vere vacanze: in Ungheria i test Pirelli

Il fornitore unico continua lo sviluppo delle gomme da 18 pollici per il 2022. All'Hungaroring in pista tre team, Russell con Mercedes. Esordio per il talentino francese Pourchaire

FINALMENTE VACANZA È adesso davvero ufficiale: archiviata la due giorni di test Pirelli sulla pista di Budapest, la Formula 1 va finalmente in vacanza. Tra ieri e oggi, mercoledì 4 agosto, sono stati tre i team impegnati a Budapest nel lavoro di sviluppo delle Pirelli da 18 pollici che debutteranno ufficialmente nella prossima stagione. Ferrari, Mercedes e McLaren sono infatti scese in pista all’Hungaroring teatro domenica scorsa del Gp d’Ungheria 2021, svolgendo il lavoro, come al solito “al buio” e cioè senza conoscere il tipo di specifica testata, di perfezionamento delle nuove coperture 2022. Le auto utilizzate per l’occasione sono ovviamente dei “muletti” con aerodinamica semplificata in modo da riprodurre più o meno i punti di carico delle rivoluzionarie monoposto dell’anno prossimo.

F1 2021, Test Pirelli Budapest: George Russell (Mercedes AMG F1) F1 2021, Test Pirelli Budapest: George Russell (Mercedes AMG F1)

VEDI ANCHE



RUSSELL IN MERCEDES Tanti i chilometri percorsi, ovviamente molto utili per fornire dati all’azienda milanese, che almeno fino al 2024 sarà fornitore unico di pneumatici per la F1. Secondo quanto dichiarato dalla P Lunga, sono stati infatti ben 523 i giri percorsi a Budapest nei due giorni di test, per un totale di 2291 km che corrispondono alla distanza di oltre sette gran premi di Formula 1. Al volante delle tre monoposto si sono alternati Charles Leclerc e Carlos Sainz per la Ferrari e Lando Norris e Daniel Ricciardo per McLaren. Diversa la scelta, invece, di Mercedes, che ha impiegato in entrambe le giornate l’inglesino George Russell. E anche se non si tratta della prima volta che il terzo pilota viene impiegato nei test Pirelli, in questo caso la scelta sembra finalizzata proprio a far accumulare esperienza al giovane della Williams con gomme simili a quelle che (probabilmente) userà l’anno prossimo da compagno di Lewis Hamilton in Mercedes.

pourchaire monaco pourchaire monaco

DEBUTTA POURCHAIRE Nella giornata di oggi, insieme a McLaren, Mercedes e Ferrari (in rigoroso ordine alfabetico) era presente in pista anche l’Alfa Romeo Racing. Nel caso del team elvetico non si è però trattato di un test gomme, ma di una sessione di prove privata con la C38 del 2019, affidata per l’occasione al francese Theo Pourchaire: il diciassettenne, secondo classificato nel campionato F3 2020 e attualmente al volante della monoposto del team Art Grand Prix in Formula 2– non a caso guidato proprio da Frederic Vasseur, il team principal e Ceo di Alfa Romeo Sauber – ha così avuto il suo primo assaggio di F1. Pourchaire è sesto all’esordio nel campionato cadetto e, data la giovane età, è considerato tra i talenti più promettenti, specie dopo aver centrato la prestigiosa vittoria nella Feature Race F2 a Monte Carlo. Difficile che il test sia già in ottica 2022, ma si tratta di sicuro di un buon segnale in vista di un futuro che sembra luminoso.


Pubblicato da Salvo Sardina, 04/08/2021

Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox