Squalifica Hamilton, la rabbia di Wolff: "Fanc*lo tutti"
F1 2021

La rabbia di Wolff dopo la squalifica di Hamilton: "Fanc*lo tutti"


Avatar di Luca Manacorda , il 14/11/21

2 settimane fa - Il boss della Mercedes spiega il suo punto di vista sulla vicenda

Al termine della qualifica sprint, Toto Wolff ha sfogato la sua frustrazione per il caso dell'alettone di Hamilton

LA RABBIA DI TOTO La lunga attesa e la successiva squalifica di Lewis Hamilton che lo ha costretto a partire dall'ultima posizione nella qualifica sprint di ieri non sono andate giù a Toto Wolff. Il boss della Mercedes ha sfogato la sua rabbia al termine della grande rimonta del suo pilota dal ventesimo al quinto posto, congratulandosi con lui via radio per il ''brillante lavoro'' e aggiungendo un sonoro ''fanculo tutti'' a fine messaggio.

NON UN VANTAGGIO MA UN DANNO Ai giornalisti, Wolff ha poi spiegato i motivi della sua rabbia per la vicenda: ''Fino a questo pomeriggio credevamo che fosse tutto ok, perché l'ala era danneggiata. Un lato era ok, il centro era ok, il lato destro non era ok. Ciò significa che in realtà avevamo uno svantaggio di prestazioni e abbiamo pensato che, considerando tutti questi aspetti, la FIA avrebbe detto che c'era un danno e quindi non eravamo in violazione del regolamento. Hanno anche detto che non c'era niente che fosse stato fatto intenzionalmente da parte nostra. Poi ho letto 'squalificato' e, onestamente, non potevo crederci. Ho pensato che Ron Meadows (direttore sportivo della Mercedes, ndr) stesse scherzando quando ho visto WhatsApp''.

VEDI ANCHE



F1, GP Brasile 2021: la griglia di partenza della qualifica sprint, chiusa dalla Mercedes di Lewis Hamilton F1, GP Brasile 2021: la griglia di partenza della qualifica sprint, chiusa dalla Mercedes di Lewis Hamilton

LA RIVINCITA Dopo la brutta notizia arrivata a poche ore dal via della qualifica sprint, la Mercedes si è riscattata vincendo la mini gara con Valtteri Bottas, mentre Hamilton ha realizzato una grande rimonta dal ventesimo al quinto posto: ''Accadono cose strane, ma devi saperle incassare - ha aggiunto Wolff - Le prestazioni di Valtteri e Lewis hanno riportato tutto il divertimento dopo le frustrazioni accadute in precedenza''.

I MOTIVI DELLA RABBIA L'austriaco ha poi spiegato il senso del suo messaggio via radio: ''Non era rivolto verso i regolamenti. È una mentalità generale che abbiamo. Ieri la macchina era in fase di test e oggi due ore prima della gara abbiamo ricevuto la notizia che eravamo squalificati. Questo è un po' triste perché in F1 ci sono delle procedure, c'è un certo modus operandi e un protocollo che dobbiamo seguire. Abbiamo fallito test consecutivi per pochissimo e in passato ciò avrebbe significato aggiustare il particolare incriminato. Lo abbiamo visto con l'alettone posteriore della Red Bull lo scorso fine settimana. L'ala è stata semplicemente danneggiata durante la sessione di qualifiche. Ad essere onesti, gli steward hanno fatto il lavoro, abbiamo fallito quell'unico test e la loro tesi deve essere rispettata. Per questo abbiamo anche deciso di non appellarci, per ragioni filosofiche''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 14/11/2021
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox