Autore:
Simone Dellisanti

MISTERO Dopo la stretta di mano del 3 settembre avvenuta a Monza tra Bernie Ecclestone, patron della Formula Uno e Angelo Sticchi Damiani presidente ACI CSAI alla presenza di Jean Todt, presidente FIA, purtroppo dobbiamo constatare che questa misteriosa firma sul rinnovo contrattuale, utile per il proseguo del Gran Premio d’Italia di Formula Uno sul Circuito di Monza, manca. Anzi, ora sembra essere slittata ad una data da definirsi nonostante le parti si dicano convinte e pronte a sottoscrivere il contratto di rinnovo triennale.

IL CASO Per il momento, Angelo Sticchi Damiani insieme al segretario della Lega Nord, Roberto Maroni e Ivan Capelli, ex pilota F1 ora presidente ACI Milano, si ritrovano sul contratto del rinnovo "un par de ciufoli". Espressione romana tipicamente dialettale che sta a significare, in modo un po' scocciato, niente, nulla, o nel nostro caso specifico, a mani vuote.

L'ALIBI Secondo quanto riportato oggi dal quotidiano Il Giorno, la firma è slittata per gli impegni di Ecclestone, troppo preso con la cessione del Circus della F1 per mettere il suo autografo su un foglio. Dopotutto perchè preoccuparsi, le parti sono già perfettamente d'accordo, è tutto già definito. O no?

IL LUOGO DEL DELITTO E' molto strano come l’incontro fissato per il sabato del weekend del Gran Premio d’ItaliaLondra non sia mai avvenuto ma, anzi, a quanto pare, nessuno dei diretti interessati pare sia nemeno partito per la capitale inglese.

COINCIDENZA, IO NON CREDO Un vero mistero degno dei migliori detective o di Adam Kadmon. Riuscirà ad arrivare questa agognata firma? Ce lo chiediamo tutti ma nessuno può dirlo, soprattutto ora che la firma per il rinnovo di Monza è stata spostata. Per avere altri aggiornamenti e perché no, altri indizi, restate con noi e...appuntamento alla prossima puntata.


TAGS: londra f1 2016 circuito Monza bernie ecclestone angelo sticchi damiani ivan capelli Gran Premio d'talia adam kadmon