Autore:
Salvo Sardina

LO SCAMBIO DEL SECOLO Il tanto atteso scambio di mezzi tra Valentino Rossi e Lewis Hamilton, due leggende viventi dei rispettivi sport, ha cannibalizzato l’attenzione mediatica delle ultime settimane. Complice il fatto che sia il campionato di Formula 1 che quello di MotoGp si sono chiusi con largo anticipo rispetto all’ultima tappa in calendario, tifosi e appassionati hanno infatti concentrato l’attenzione proprio sullo “scambio del secolo”, di scena a Valencia all’inizio di questa settimana. A far luce sull’evento, svoltosi rigorosamente a porte chiuse e inizialmente ricoperto da un alone di mistero quasi militare, è stata poi la pubblicazione del video voluto dal comune sponsor Monster Energy per documentare l’incontro delle due star del motorsport.

Monster Energy, Valencia, 9 dicembre 2019 - Valentino Rossi (Yamaha) e Lewis Hamilton (Mercedes)

INCONVENIENTI Lo scambio ha di sicuro divertito e appassionato entrambi i protagonisti. Hamilton ha così avuto la possibilità per la prima volta – nonostante la grande passione ed esperienza sulle due ruote – di cimentarsi in sella a una MotoGp. Non senza, però, qualche piccolo inconveniente: i giornalisti inglesi di Sky Sports hanno infatti riportato di una leggera scivolata del sei volte campione del mondo F1, in grado comunque di tornare ai box con la Yamaha M1 ancora integra. “La moto – ha spiegato Lewis – è molto difficile da guidare. Ovviamente ho avuto una piccola caduta ma comunque sono riuscito a riportarla indietro in un solo pezzo. Ho imparato passo dopo passo, la curva di apprendimento è stata ripidissima. Onestamente questo è stato il miglior anno e questa giornata è stata la ciliegina sulla torta. Non mi aspettavo di arrivare a dicembre e avere questo tipo di finale”.

TESTACODA Non è mancato qualche inconveniente neppure per il Dottore, alla sua terza esperienza alla guida di una macchina di Formula 1 dopo che, nel lontano 2004, il pesarese aveva guidato la Ferrari iridata di Michael Schumacher prima di ripetersi sulla F2008 di Kimi Raikkonen e Felipe Massa. Per la prima volta su una monoposto dell’era turbo-ibrida, Valentino si è trovato a proprio agio “nell’ufficio” di Hamilton rendendosi però protagonista di tre testacoda (senza conseguenze) nell’arco della giornata.

Monster Energy, Valencia, 9 dicembre 2019 - Valentino Rossi (Yamaha) e Lewis Hamilton (Mercedes)

I TEMPI Interessanti anche i confronti cronometrici tra i due big del motorsport. Sempre secondo quanto riportato da Sky Sports Uk, Valentino si sarebbe fermato a soli 1.5 secondi dal miglior tempo segnato da Hamilton sulla Mercedes, mentre Lewis avrebbe chiuso il test sulla Yamaha M1 pagando un gap di 4 secondi da Rossi.


TAGS: yamaha mercedes rossi valencia motogp f1 Hamilton Scambio Rossi-Hamilton