Pubblicato il 03/06/20

RITORNO ALLE ORIGINI Lo scorso anno, Kimi Raikkonen ha fatto ritorno nella scuderia che nel lontano 2001 gli consentì di esordire in F1 quando era poco più di una giovane promessa dell'automobilismo mondiale. Parliamo della Sauber, ora ribattezzata Alfa Romeo Racing ma sempre con sede a Hinwil, in Svizzera. Tra le figure più importanti di questa squadra c'è Beat Zehnder, storico team manager e figura chiave per il ritorno di Iceman nella sua prima scuderia.

IL PRIMO CONTATTO Intervistato da Autosport, Zehnder ha svelato che i contatti per far tornare Raikkonen sono iniziati già nell'estate del 2017: ''Ci stavo lavorando da tempo. Dopo il terzo posto a Silverstone nel 2017, mi ha dato un passaggio con un aereo privato e abbiamo iniziato a parlare del futuro. Gli ho detto: 'Senti, se non vuoi più guidare per la Ferrari o se ti licenziano, per favore contattami. Troveremo un modo, se sei interessato e se sei motivato a tornare in Sauber'. Ne abbiamo sempre parlato negli anni''.

F1 2018: Kimi Raikkonen (Ferrari) scherza con Beat Zehnder (Alfa Romeo Sauber)

DESTINI INCROCIATI Ai tempi, Raikkonen non era ancora sicuro di venire rinnovato dalla Ferrari per il 2018. Nel 2017 la Sauber correva con il suo nome originale e si stavano mettendo le basi per il progetto Alfa Romeo, ben orchestrato dal team principal Frederic Vasseur e da Sergio Marchionne. Ad occupare uno dei due sedili del team svizzero fu poi il talento di punta della Ferrari Driver Academy, quel Charles Leclerc che proprio l'anno successivo ha sostituito Raikkonen alla Ferrari.

ACCORDO A TEMPO RECORD Proprio la decisione del team di Maranello di non confermare Raikkonen al termine della stagione 2018 ha riavviato le discussioni con la Sauber. Zehnder ha ricordato: ''Quando a Monza nel 2018 la Ferrari decise che avrebbe promosso Charles, abbiamo avuto un contatto immediato. Abbiamo avuto un incontro il martedì dopo la gara con Frederic, Kimi ed io. Praticamente abbiamo fatto un contratto in due ore. Beh, contratto... diciamo un accordo, perché Kimi non legge i contratti!''.


TAGS: alfa romeo ferrari sauber f1 Raikkonen leclerc