Pubblicato il 08/04/20

PARTENZA IN SALITA La prima stagione di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo non è stata semplice. Il pilota italiano si è trovato a confrontarsi con il pilota più esperto del Circus, nonché campione del Mondo nel 2007, il finlandese Kimi Raikkonen. L'italiano aveva alle spalle solo due gare di F1 disputate due anni prima con la Sauber e ha avuto bisogno di diversi gran premi prima di riuscire realmente a dimostrare le qualità che erano emerse nelle categorie propedeutiche, riuscendo infine a strappare il rinnovo di contratto anche per il 2020. i primi punti sono arrivati in Austria, a luglio, ma le prestazioni più convincenti sono state quelle nei gran premi autunnali, in particolare nel GP Brasile chiuso al quinto posto.

CONFRONTO DIFFICILE Rispondendo alle domande dei fan sul sito ufficiale della F1, Giovinazzi ha parlato della convivenza con Iceman: ''Oh, è stata davvero difficile. Già per un rookie non è facile avvicinarsi alla F1: corri con i migliori piloti al mondo, quindi devi adattarti velocemente. Soprattutto all'inizio della stagione, quando stavo faticando, lui era già al top della sua carriera ed era davvero veloce ad ogni gara, quindi in termini di risultati non è stato facile il confronto''. Il gap di 29 punti si è scavato nella prima metà dell'anno, mentre nella seconda Giovinazzi non solo ha recuperato in classifica, ma ha anche aggiustato il confronto diretto in qualifica, terminato 12-9 per il finlandese.

Alfa Romeo 2019, Kimi Raikkonen vs Antonio Giovinazzi

L'AIUTO DI RAIKKONEN Parlando del suo cambio di passo nella seconda parte di campionato, Giovinazziha sottolineato l'aiuto ricevuto da Raikkonen: ''Ho provato a pensare in modo diverso, ho cercato di concentrarmi e imparare da lui. Penso che sia stata la cosa migliore da fare, perché stavo faticando nella prima parte, specialmente nel ritmo in gara, e ho provato a migliorare molto su questo punto. Credo di aver fatto un grande passo in avanti nella seconda parte della stagione ed è anche grazie a Kimi, perché ho imparato molto da lui''.

STIMOLO IRIDATO La coppia è stata confermata anche per questa stagione e Giovinazzi è felice di proseguire il rapporto di lavoro con Raikkonen: ''Sono davvero felice di continuare con lui ad essere sincero, perché abbiamo davvero un ottimo rapporto insieme. C'è rispetto e penso che questa sia la cosa migliore per un compagno di squadra e per una squadra: avere due piloti che hanno un buon rapporto e feedback simili per migliorare la macchina. E, ovviamente, avere un compagno di squadra campione del mondo rende davvero bello quando riesci a stargli davanti. Vuoi sempre battere il tuo compagno di squadra, i piloti sono così, ma l'importante è fare un lavoro migliore per la squadra''.


TAGS: f1 Raikkonen giovinazzi