Pubblicato il 22/07/21

ANCORA TUTTO DA DECIDERE Come ha specificato il team principal Frederic Vasseur, l'Alfa Romeo è ancora lontana dall'aver preso una decisione sui suoi piloti per la stagione 2022 e intende mettere pressione su Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen cercando di ottenere delle risposte in pista da loro due. Nel frattempo, le voci sui possibili sostituti aumentano, con i nomi di Mick Schumacher, Callum Ilott e Valtteri Bottas sempre più gettonati.

IL VANTAGGIO DI MICK Proprio con il figlio del sette volte iridato, Raikkonen ha un buon rapporto personale e parlando della stagione da rookie di Mick il campione del mondo 2007 ha detto: ''È difficile per lui brillare perché la macchina non è molto veloce, ma questo è anche un bene per lui, perché la gente sa che la macchina non è buona. Quindi, se fa ancora gare forti e mostra la sua velocità, è positivo per lui. È molto sotto pressione con il nome, ma una brutta macchina gli permette un inizio più facile perché le aspettative sono basse. Gli dà più tempo per imparare le cose''. Di sicuro, correre assieme al figlio del suo ex rivale e predecessore al volante della Ferrari non fa sentire Raikkonen vecchio: ''No, per niente. A volte mi sento vecchio quando mi sveglio la mattina, ma non su una macchina da corsa in pista''.

F1 GP Gran Bretagna 2021, Silverstone: Kimi Raikkonen (Alfa Romeo Racing)

KIMI NON SI SCOMPONE La situazione di potenziale stress relativa all'incertezza sul rinnovo contrattuale può impressionare il pilota che di soprannome fa Iceman? Ovviamente no. Parlando del suo possibile futuro in F1, il 41enne finlandese ha risposto a Sport1: ''Onestamente non lo so ancora. Anche lo scorso anno era la stessa cosa in questo periodo. Vedremo. In ogni caso non sono interessato a estendere il mio record di gran premi disputati. Tutti i record vengono battuti a un certo punto. Ecco perché non ho sensazioni particolari. Se decido di smettere, non mi interessa davvero chi guiderà la macchina. Non è un mio problema''.

LO SPRONE AL TEAM Sono un problema invece per Raikkonen le prestazioni attuali dell'Alfa Romeo C41, che fin qui ha ottenuto al massimo due decimi posti. Al termine del GP Gran Bretagna, l'ingegnere di pista si è rammaricato con il finlandese per il contatto con Sergio Perez che gli ha fatto perdere diverse posizioni e un possibile arrivo in zona punti. La risposta di Iceman è stata però eloquente: ''Forse, ma forse dobbiamo solo rendere la macchina più veloce. È così semplice. È impossibile combattere con loro. Dai, dobbiamo svegliarci e fare qualcosa''.


TAGS: alfa romeo f1 Raikkonen