Pubblicato il 19/02/2020 ore 12:45

SORPRESA SPAGNOLA La presentazione della nuova Racing Point RP20 tenutasi lunedì era servita soprattutto per celebrare il title sponsor BWT, con una livrea di un rosa più intenso a fare da contorno al logo del marchio austriaco. Arrivata a Barcellona per i test invernali, la vettura del team di Lawrence Stroll ha mostrato il suo vero volto ed è subito saltata agli occhi la notevole somiglianza con la Mercedes W11.

MERCEDES ISPIRATRICE La Racing Point ha ripreso delle soluzioni già presenti sulla W10 vincitrice del mondiale 2019, come la caratteristica forma del muso e i sidepod. Il direttore tecnico Andrew Green ha difeso il rapporto del suo team con la Mercedes: ''Lavoriamo nella galleria del vento della Mercedes da maggio dello scorso anno. Le sospensioni anteriori e posteriori e la trasmissioni arrivano una a una dalla Mercedes del 2019'' ha dichiarato ad Auto Motor und Sport. In questo modo, la RP20 finisce per somigliare parecchio anche all'attuale W11, tanto che sui social si sono già sprecati i post che sottolineano i tanti punti in comune.

INIZIO IN FOTOCOPIA Gli osservatori si sono ancora più scatenati dopo che Valtteri Bottas e Sergio Perez, in pista rispettivamente per Mercedes e Racing Point, hanno fatto segnare due tempi molto simili nel corso della prima mattinata di test (qui il nostro live), collocandosi nelle prime posizioni della classifica dei tempi. Sono solo 62 i millesimi a favore del finlandese, su prestazioni ottenute per entrambi con gomme a mescola media. La Racing Point, che dal prossimo anno diventerà Aston Martin, non ha nascosto le proprie ambizioni nel corso della presentazione della RP20: probabilmente, la speranza del team è di recitare il ruolo della ''Mercedes degli altri'', vincendo l'accesa lotta per il quarto posto nella classifica Costruttori.


TAGS: mercedes f1 Racing Point F1 testing W11 RP20