SVELATE LE NOVITA' Lo Studio Dromo di Jarno Zaffelli ha rivelato in un video come apparirà nel prossimo aprile il circuito di Zandvoort, sede del GP Olanda che rientrerà nel calendario di F1 a partire dalla prossima stagione.

LE CURVE STILE INDY Confermate le anticipazioni rivelate dagli organizzatori della gara: le maggiori novità riguardano la curva 3 e soprattutto la 13, dove verrà sensibilmente aumentata l'inclinazione dell'asfalto. Sostanzialmente invariato rispetto ad ora il resto dei 4,3 chilometri del tracciato. È importante sottolineare che resteranno, come si vede anche nel video, le caratteristiche vie di fuga in sabbia. Zaffelli ha dichiarato che la richiesta circa il mantenimento di queste ultime è arrivata direttamente dai vertici della F1.

LA SFIDA PER LE GOMME L'inclinazione sarà di 18 gradi ed è stata studiata per ovviare alla brevità del rettilineo del traguardo di Zandvoort. In questo modo dovrebbe essere più semplice tentare delle manovre di sorpasso, su un tracciato che altrimenti presenta ben pochi punti in cui si può tentare un attacco. La Pirelli è stata in contatto con lo Studio Dromo per comprendere il possibile effetto di queste modifiche sugli pneumatici: senza la possibilità di costruire una gomma speciale per l'evento, la casa milanese dovrà agire sulla pressione e sul camber per adeguare le coperture alle sfide del circuito olandese.


TAGS: f1 Zandvoort GP Olanda