Pubblicato il 10/06/21

EPISODIO CONTROVERSO Non è andata giù a Lando Norris la sanzione inflittagli dagli steward a Baku per non essere rientrato immediatamente nella pitlane durante l'esposizione della bandiera rossa per l'incidente occorso ad Antonio Giovinazzi nelle fasi finali della Q1 di sabato. Il pilota della McLaren è stato retrocesso di tre posizioni sulla griglia di partenza del GP Azerbaijan e ha ricevuto altrettanti punti di penalizzazione sulla Superlicenza, arrivando a un totale di 8 su un massimo di 12 consentiti nell'arco di 12 mesi. Dunque l'inglese dovrà anche fare particolare attenzione nei prossimi weekend per evitare altre sanzioni che lo portino verso la sospensione per una gara. Norris ha definito la penalizzazione ingiusta e ha sostenuto di non aver messo in pericolo nessuno con la sua condotta, una versione che ha portato a una dura replica del direttore di gara Michael Masi, il quale ha evidenziato come ogni pilota - fin dalle categorie kart - sa benissimo che in caso di bandiera rossa bisogna immediatamente rientrare in corsia box.

LA RISPOSTA SU TWITCH Norris è tornato sull'argomento nel corso di una delle sue tradizionali dirette video sul social network Twitch. Il pilota della McLaren ha mostrato le immagini di una difesa molto aggressiva di Charles Leclerc nei suoi confronti nelle caldissime fasi finali di gara, aggiungendo ironicamente che lui non è il più adatto a parlare di regole non sapendo come si rientra ai box in caso di bandiera rossa ''perché sono molto pericoloso come pilota''. Chiaro il suo intento di evidenziare come ci sia state situazioni potenzialmente molto più pericolose che non sono state considerate dagli stewart a differenza del suo episodio di sabato. Anche se il destinatario di tutto questo è soprattutto Masi e non Leclerc - con il quale Norris gareggia spesso anche online e che ha ricevuto subito i complimenti dal britannico dopo la pole di sabato come testimonia la foto in copertina - il video ha scatenato le polemiche di molti utenti nei confronti di Norris, innescando inevitabilmente dei continui botta e risposta tra tifosi dei due piloti.

QUELLA SPERANZA INCONFESSABILE A gettare ulteriore benzina sul fuoco, un'altra considerazione di Norris pronunciata durante la diretta video. Il pilota della McLaren ha candidamente confessato di aver sperato in un incidente tra Leclerc e Pierre Gasly nelle fasi finali, evento che gli avrebbe permesso di salire sul podio del GP Azerbaijan, chiuso invece in quinta posizione alle spalle del pilota della Ferrari. Anche in questo caso, le sue parole sono state interpretate con eccessiva aggressività - piaga tipica dei social network - scatenando ulteriori polemiche tra utenti. Insomma, anche una stella delle piattaforme social come Norris a volte si dimentica che ogni frase pronunciata in una diretta può potenzialmente provocare un putiferio, esattamente come il famoso battito d'ali di una farfalla può provocare un uragano dall'altra parte del mondo...


TAGS: norris f1 leclerc Twitch