Autore:
Valerio Colombo

BUONE NOTIZIE Niki Lauda, attualmente presidente non esecutivo della Mercedes ma ben più noto per essere una leggenda dello sport motoristico con i suoi tre titoli iridati e le pagine indimenticabili scritte a cavallo tra i Settanta e gli Ottanta, sembrerebbe essere fuori pericolo, a seguito del trapianto di polmone al quale è stato sottoposto tre giorni fa nell'ospedale di Vienna. Il sessantanovenne nativo proprio della capitale austriaca, è cosciente e respira autonomamente da domenica, dopo aver subito un intervento chirurgico d'urgenza nella notte di venerdì.

VITA NORMALE Stando alle indiscrezioni riportate dalla stampa austriaca, Lauda potrebbe recuperare totalmente dall'intevento e continuare a condurre un'esistenza del tutto normale, sebbene occorra ancora attendere circa quattro settimane per essere certi che l'organismo non rigetti il nuovo ogano. Dopo questo periodo di tempo è prevista per il paziente un'altra settimana di terapia e una speciale riabilitazione alla respirazione, che richiede nei primi tempi una notevole ingestione di farmaci.

LE PAROLE DEL DOTTORE "Sarà di nuovo quello di un tempo: potrà volare, lavorare e praticare sport come prima" - ha spiegato Walter Kleptko, a capo dell'equipe di chirurghi che ha eseguito l'intervento su Lauda. Il dottore è balzato agli onori delle cronache nel recente passato per aver portato dieci pazienti sottoposti allo stesso intervento subito dal pilota austriaco, fino in vetta al monte Kilimangiaro, e per Niki ha già in mente piani anche in tal senso: vorrebbe potarlo in vetta al Kahlenberg, una montagna poco distante da Vienne, entro fine anno.


TAGS: ferrari mercedes formula 1 niki lauda