Autore:
Marco Congiu

GRAVE Niki Lauda è in gravi condizioni. Il Presidente non esecutivo di Mercedes AMG F1 è stato vittima di una infezione polmonare che, trascurata, si è acutizzata e ha reso necessario un trapianto di polmone. La televisione austriaca ORF ha confermato la notizia, aggiungendo che l'intervento è stato eseguito dai professori Walter Klepetko e Konrad Hotzenecker presso l'ospedale AKH di Vienna.

LE CAUSE Lauda avrebbe contratto una forma influenzale in vacanza ad Ibiza le scorse settimane. La tosse si è aggravata, costringendo l'ex pilota di Ferrari, BRM, Brabham e McLaren ad un rientro urgente e Vienna con successivo ricovero in terapia intensiva. L'assenza di Lauda era stata immediatamente notata negli ultimi due appuntamenti del Mondiale di F1, in Germania e in Ungheria.

MIRACOLATO Niki Lauda, tre volte campione del mondo di Formula 1, è scampato alla morte il primo agosto del 1976, quando fu vittima di un incidente mostruoso al Nurburgring riportando gravi ustioni e problemi ai reni a seguito delle esalazioni tossiche respirate durante il rogo. Scampato ad una tragica fine, 40 giorni dopo l'allora pilota Ferrari si trovava a Monza disputare il Gran Premio d'Italia che lo vide chiudere con un eroico quarto posto. Al termine dell'anno i titolo andò a James Hunt, come raccontato – non senza qualche eccesso da romanzo – dal recente film Rush, di Ron Howard.


TAGS: ferrari mercedes formula 1 niki lauda