Malumori in Aston Martin per la "copia Mercedes" voluta da Stroll
F1 2021

Tensioni in casa Aston Martin: "Wolff è il cagnolino di Stroll"


Avatar di Luca Manacorda , il 07/05/21

4 mesi fa - Colin Kolles ha sparato a zero sull'Aston Martin di Lawrence Stroll

Colin Kolles, ex team principal in F1, ha sparato a zero sull'attuale situazione dell'Aston Martin di Lawrence Stroll

UN DISCUSSO SALVATORE DELLA PATRIA Con la sua corposa iniezione di denaro, Lawrence Stroll non ha solo salvato la Force India dal fallimento, ma l'ha trasformata in una scuderia sempre più ambiziosa, fino a renderla il team di un marchio storico come l'Aston Martin con al volante un quattro volte campione del mondo come Sebastian Vettel. Le manovre del magnate canadese stanno però facendo molto discutere e anche all'interno della squadra pare esserci più di un malumore nei suoi confronti.

TUTTO DIVERSO A parlare della situazione tutt'altro che rosea in seno all'Aston Martin è stato Colin Kolles, ex team principal di diverse scuderie di F1 tra cui anche la Force India negli anni tra il 2005 e il 2008. Intervistato da Sport1, il rumeno di passaporto tedesco ha sparato a zero nei confronti di Stroll, accusandolo di aver mortificato gli ingegneri della squadra obbligandoli a sviluppare una copia quasi identica della Mercedes: ''In passato, gli ingegneri potevano crescere in quel team. Avevano poco budget, erano molto giovani ed efficienti, molto motivati e in alcuni casi anche molto innovativi. Da quando Stroll è in carica, le cose sono cambiate. E intendo tutto''.

VEDI ANCHE



F1: Colin Kolles con Bernie Ecclestone F1: Colin Kolles con Bernie Ecclestone

LA COPIA MERCEDES L'idea di Stroll di replicare la Mercedes vincitrice della stagione precedente, una strategia assai discutibile che lo scorso anno ha creato molte polemiche sfociate nella penalizzazione della Racing Point dopo il reclamo presentato dalla Renault, sarebbe alla base delle difficoltà attuali dell'Aston Martin. Aver deciso di sviluppare una monoposto con basso angolo di rake ha portato nella direzione opposta rispetto a quella avvantaggiata dai nuovi regolamenti: ''Gli ingegneri volevano effettivamente costruire un'auto diversa, con un posteriore fortemente inclinato come la Red Bull - ha aggiunto Kolles - perché il team aveva realizzato le sue auto secondo questa filosofia per anni. Ma Stroll voleva solo una copia della Mercedes, perché gli sembrava il modo più semplice per raggiungere i suoi obiettivi. Questa è la mentalità di Stroll. Ha comprato tutto da Wolff''.

ACCUSE PESANTI Il nome del boss della Mercedes viene evocato più volte da Kolles. Wolff è legato da uno stretto rapporto con Stroll ed è anche azionista proprio dell'Aston Martin. Un ruolo che ha creato più di un malumore ai piani alti della Mercedes. Nel corso dell'intervista, Kolles ha bollato il manager austriaco come il ''cagnolino'' di Stroll. Inoltre, ha sposato una teoria già espressa da David Coulthard, ossia che l'ingaggio di Vettel sia stato pensato non tanto per aiutare il team a crescere, quanto per mettere sotto una luce migliore le prestazioni del figlio Lance. E tornando sulle difficoltà incontrate dagli ingegneri dell'Aston Martin quest'anno, ha aggiunto: ''Gli ingegneri non possono fare nulla con un'auto che non volevano affatto. Sono estremamente demoralizzati e sospesi a mezz'aria. Adesso c'è molta confusione in quella squadra''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 07/05/2021

Vedi anche
Logo MotorBox