Autore:
Salvo Sardina

MATTIA IL SEVEROAdesso vai a podio e gioisci. E dopo avremo modo… Punto”. Chi ha dimenticato le parole, severissime, di Mattia Binotto all’indirizzo di Charles Leclerc dopo la bandiera a scacchi del Gp di Singapore? Il monegasco era partito dalla pole position, ma aveva poi perso la prima posizione per mano del compagno di squadra Vettel, al quale il muretto aveva riservato la tattica vincente. Charles non la presa bene, il team principal fu costretto a richiamarlo all’ordine. In mondovisione. Un esempio chiaro di quanto il mite ingegnere italo-svizzero, all’occorrenza, sappia farsi sentire dai propri uomini.

LA CONFERMA Pacatezza ma anche polso fermo alla guida della Ferrari. Impressioni confermate proprio dallo stesso Leclerc: “Mattia è una persona calma, il che è importante in un ambiente come la Formula 1, dove tutto va veloce e tu sei spesso sovraeccitato. È bello poter contare su una persona del genere. Che però sa anche essere duro, se necessario. Credo che sia proprio quello di cui hai bisogno quando sei il capo”. In effetti, l’ingegnere di Losanna non ha mancato di far sentire la propria voce con i piloti, specialmente da quando, nelle qualifiche del Gp d’Italia a Monza, il rapporto tra i due è sembrato deteriorarsi.

F1 GP Italia 2019, Monza: Mattia Binotto a colloquio con Charles Leclerc (Ferrari)

TENSIONI INTERNE Proprio in merito alle tensioni con Vettel, Leclerc ha confermato che in effetti Binotto ha svolto un ruolo importante per tenere unito lo spogliatoio: “Non piace vedere cose del genere, l’intero team non ama queste situazioni, che sicuramente non aiutano in una squadra. Quindi per lui è stato necessario essere piuttosto duri in quei momenti”. Bastone sì, ma anche carota, visto che Binotto non ha affondato il colpo dinanzi ad alcuni errori del ventiduenne: “Sa che sono molto severo con me stesso, quindi si adatta in alcune situazioni in cui magari potrebbe anche essere un po’ più duro. Potrebbe essere più diretto, ma vede che ho già fatto casino da solo e quindi in quel caso prova a rincuorarmi”.


TAGS: ferrari formula 1 f1 Charles Leclerc mattia binotto f1 2019