Pubblicato il 14/02/21

DOMINO DI MERCATO Come diretta conseguenza della decisione della Ferrari di ingaggiare Carlos Sainz in sostituzione di Sebastian Vettel è arrivato il matrimonio tra Daniel Ricciardo e la McLaren, annunciato dalla sua nuova squadra addirittura poco prima dello spagnolo. Un effetto a catena che, successivamente, ha portato la Renault a firmare per una terza esperienza assieme nientemeno che Fernando Alonso. Da tutte queste operazioni di mercato Ricciardo è convinto di essere uscito con le carte migliori, approdando in una scuderia in forte crescita e che dalla prossima stagione tornerà a usufruire dei motori Mercedes.

LA RINCORSA ALL'OBIETTIVO FINALE Ricciardo, che vanta nel palmares sette vittorie e due terzi posti nella classifica finale ottenuti ai tempi della Red Bull, dopo aver riportato quest'anno la Renault sul podio vuole bissare i risultati prestigiosi del passato della McLaren: ''Penso che questa sia la mia migliore possibilità per raggiungere quello che ho sempre detto essere l'obiettivo - ha dichiarato al Sidney Morning Herald - Non volevo arrivare in F1 solo per arrivare in F1, volevo essere campione del mondo e lo voglio ancora. La McLaren, il modo in cui stanno progredendo, mi sembra la migliore opportunità per essere in grado di farlo, forse la miglior possibilità che ho mai avuto''.

RINASCITA IN CORSO Ovviamente quello di Ricciardo è un discorso a medio termine, in quanto lo scarso margine di manovra che il regolamento concede quest'anno non permetterà alla McLaren di impensierire la Mercedes: ''C'è un enorme fermento, c'è la sensazione di una squadra affamata che ha attraversato momenti difficili, ma la cui rinascita sta avvenendo - ha aggiunto l'australiano parlando della sua visita allo stabilimento di Woking avvenuta nei giorni scorsi - Vogliono di più, sono pronti a fare il prossimo salto e questo sembra realistico. È emozionante farne parte''.


TAGS: mclaren f1 ricciardo