Pubblicato il 17/12/20

GP DI SAN PAOLO La Formula 1 resta a Interlagos. Si conclude così la lunga telenovela brasiliana, non senza un paio di risvolti a sorpresa. Intanto la gara sul tracciato paulista - che quest'anno non si è disputata per via della Pandemia di Covid-19, tornerà in Formula 1 nel 2021, e questo già si sapeva alla pubblicazione del calendario provvisorio che prevede l'appuntamento in data 14 novembre. La novità in tal senso è però che non si chiamerà Gran Premio del Brasile, bensì Gran Premio di San Paolo.

NIENTE RIO, PER ORA La gara del 2021 a Interlagos sarà la prima di un nuovo contratto di cinque anni che vedrà la Formula 1 rimanere tra i curvoni del tracciato dedicato a Carlos Pace, e presente in campionato sin dal 1973, fino al 2025. Scartata dunque l'ipotesi riecheggiata negli ultimi anni di disputare il GP su una nuova pista a Rio de Janeiro da costruire nell'area dell'ex villaggio Olimpico. Almeno per ora. Il fatto che l'evento di Interlagos non prenderà il nome ufficiale di Gran Premio del Brasile potrebbe anche lasciare aperto uno spiraglio in tal senso.

NUOVA GESTIONE Dietro all'accordo di rinnovo con Interlagos c'è anche un cambio di gestione dell'organizzazione: se n'è andato Tamas Rohonyi, colui che aveva stretto accordi in passato con Bernie Ecclestone, ed è stato sostituito da Alan Adler, a capo di Brasil Motorsport, controllata dalla società d'investimento araba Abu Dhabi Mudabala. ''Il Brasile è un mercato importante per la Formula 1, con fan devoti e una lunga tradizione'' - ha commentato il presidente in uscita della Formula 1 Chase Carey - ''La gara in Brasile è sempre stato un momento clou per i nostri fan, i piloti e gli sponsor, e non vediamo l'ora di offrire loro altre cinque entusiasmanti edizioni della gara di Interlagos''.


TAGS: rio formula 1 interlagos f1 2020 GP Brasile Calendario F1 2021 GP San Paolo