Autore:
Valerio Colombo

CAVALLINI VELOCI  Al termine delle prime tre ore in pista del Gran Premio del Belgio, sorprendentemente tutte disputate sulla pista asciutta, i più veloci sono stati i ferraristi Sebastian Vettel nelle FP1 del mattino e Kimi Raikkonen nelle FP2 pomeridiane. È sembrata nascondersi la Mercedes, che con il campione del mondo Lewis Hamilton e le mescole più dure (le Medium tra quelle portate dalla Pirelli a Spa-Francorchamps) ha fatto vedere le cose migliori soprattutto sul giro secco. Qualche problema per la Red Bull con Daniel Ricciardo che è stato costretto a lungo nei box da un problema alla Power Unit, mentre più regolare la giornata di Max Verstappen, non lontano dalla vetta in entrambe le sessioni. Buoni tempi, infine, anche per Valtteri Bottas, che dovrà però partire dal fondo della griglia domenica a causa dell'upgrade motoristico sulla sua Mercedes.

WORK IN PROGRESS PER SEB "Oggi è stata una buona giornata" - ha esordito Vettel intervistato nel paddock - "La macchina ancora non è come la vorrei, c'è da lavorare. Forse Kimi è un po' più a posto nel giro secco, però abbiamo ancora del tempo quindi vediamo... Oggi è difficile capire come si comporta la nuova Power Unit, magari si potrà rispondere tra un paio di settimane dopo Monza che è una pista di pura potenza. Al momento siamo tutti piuttosto fiduciosi e contenti di questa nuova Power Unit."

"IT'S ONLY FRIDAY" Stempera gli entusiasmi invece Kimi Raikkonen, autore del miglior crono di giornata. Con il suo proverbiale "è soltanto venerdì" il finlandese ha rilasciato, come al solito, pochissime parole: "Impossibile dire come sia andata la nuova Power Unit, abbiamo corso tre settimane fa e su una pista totalmente diversa. Credo che porterà dei progressi come è naturale. Domani vedremo se potrò lottare per pole e vittoria, è soltanto venerdì. Il meteo? Qui cambia molto rapidamente, oggi ci aspettavamo un po' di pioggia e non si è vista, ma se guardi in giro potrebbe piovere in qualunque momento."

RED BULL IN DIFESA Soddisfazione sotto il tetto della Red Bull per Max Verstappen, tra i protagonisti di giornata con un 2° e un 4° posto nelle libere "In qualifica siamo da terza fila, ma in gara possiamo fare bene, il passo gara è stato buono e sono molto felice sotto questo punto di vista. Abbiamo solo bisogno di un po' di grip in più" ha dichiarato l'olandese, mentre un po' più deluso Daniel Ricciardo, in grado di compiere appena quattro giri nella mattinata e costretto a recuperare il lavoro perduto nel pomeriggio. "C'è bisogno di migliorare alcuni aspetti, è come se risolvendo un problema ne saltasse fuori un altro" - ha spiegato l'australiano, che non perde comunque l'occasione per scherzare - "Il guasto al motore? Forse volevano darmi un altro giorno di vacanza... ma ero pronto a scendere in pista." 

MERCEDES NASCOSTA Sotto il tetto del box dei campioni del mondo della Mercedes, sulla quale è stato montato a Spa il nuovo motore (fatto che costringerà Bottas a partire dalle retrovie per aver sforato le componenti massime consentite) Lewis Hamilton resta cauto: "Ogni upgrade racchiude grandi speranze, soprattutto uno importante. Qui sia noi che la Ferrari abbiamo un nuovo motore, perciò sarà interessante vedere come andrà, ma sono ovviamente confidente di poter far bene."


TAGS: vettel Raikkonen Hamilton GP Belgio ricciardo f1 2018 GP Belgio 2018