Pubblicato il 26/08/20

PADDOCK PIU' AFFOLLATO Il weekend del GP Belgio porterà alcune novità in F1, dopo che la FIA ha apportato alcune piccole modifiche ai regolamenti. La più visibile sarà l'aumento del personale che ogni team potrà portare ai circuiti e che sale da 80 a 90 membri. Il precedente limite era stato impostato all'inizio di questo campionato, per rispettare le nuove norme anti contagio da coronavirus stabilite per poter avviare finalmente la stagione 2020. Una novità che risponde a una necessità specifica delle scuderie, che dalla gara di Spa-Francorchamps torneranno ad avere i loro vistosi motorhome nel paddock.

TORNANO I MOTORHOME Nessuna apertura al pubblico, agli ospiti vip o agli sponsor però. Dietro il ritorno dei motorhome ci sono motivi economici: i team si sono infatti resi conto che l'affitto dei container e il catering esterno utilizzati nei primi sei gran premi dell'anno comportava spese maggiori. Da qui il ritorno all'antico anche se, dato il numero comunque ridotto di personale e l'assenza di pubblico, alcune scuderie utilizzeranno versioni ridotte dei motorhome, come solitamente si vede nel corso dei test invernali. Tra queste anche la Mercedes. Si tratta comunque di un altro passo verso la normalità, mentre si lavora per concedere l'ingresso a un numero limitato di spettatori nei gran premi previsti a Sochi, Portimao e Imola. 

NOVITA' SULLE GOMME Le altre due modifiche riguardano invece l'attività in pista. Innanzitutto, FIA e Pirelli potranno modificare il numero di set di mescole disponibili per gara secondo ciò che ritengono opportuno. Infine, non sarà possibile effettuare test sulle piste che sono nel calendario della stagione 2020, comprese quelle inserite successivamente dopo le cancellazioni dovute alla pandemia di coronavirus.


TAGS: motorhome f1 Belgian GP 2020